Spunta un coltello alla partita dei bimbi Daspo a due genitori

La Polizia al campo di calcio dove è avvenuta la lite
La Polizia al campo di calcio dove è avvenuta la lite
10.12.2019

Mentre i loro bambini giocavano, loro si mettevano le mani addosso e uno minacciava con un coltello l'altro.

È accaduto qualche giorno fa fuori da un campo di calcio di Santa Lucia, in via Santa Elisabetta. In corso c'era una partita di pulcini, bimbi che hanno tra gli otto e i dieci anni.

Ad un certo punto un papà 38enne, albanese, si sarebbe messo a rimproverare il proprio bambino che stava giocando. Provocando così la reazione di un altro genitore, un marocchino cinquantenne, che gli avrebbe intimato di smetterla, finendo per mettergli le mani in faccia e ferendolo in bocca. Immediata la reazione del 38enne, che ha estratto dalla tasca un coltello e ha minacciato di morte il rivale.

A quel punto gli altri genitori presenti hanno chiamato la Polizia. Al termine delle indagini svolte dalle Volanti e dalla Divisione Anticrimine, il questore di Verona Ivana Petricca ha disposto per entrambi il Daspo: non potranno accedere per due anni all’interno di impianti sportivi dove si svolgono partite di calcio. Divieto esteso anche all'area attorno alla stazione di Verona Porta Nuova e al Bentegodi nei giorni in cui ci sono partite allo stadio.

Primo Piano
La senatrice Liliana Segre
 
La senatrice contro decisione di Verona

Segre: «Via Almirante
incompatibile con
mia cittadinanza»

Condividi la Notizia
 
Relazione semestrale - VIDEO

Dalla Dia nuovo
allarme mafie
a Verona

Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia