Spari a Santa Lucia
Al vaglio la posizione
della guardia giurata

La Scientifica esamina i bossoli (Marchiori)
La Scientifica esamina i bossoli (Marchiori)
 
12.06.2019

L'ipotesi fatta nelle prime ore dopo la sparatoria fra i passanti a Santa Lucia, nel corso della quale è rimasto ferito un 41enne, viene confermata dalla questura di Verona: tutto è nato da una lite seguente alla compravendita di alcuni oggetti di valore, evidentemente non andata a buon fine.

La Scientifica al lavoro in via Villafranca (Marchiori)

 

A sparare, all'altezza del civico 87 di via Villafranca, una guardia giurata di 46 anni residente in provincia di Verona. La Scientifica ha rilevato che i colpi sono stati esplosi contro l’auto sulla quale il quarantunenne, un italiano pare appartenente alla comunità Rom, con l’aiuto di un complice, si è dato alla fuga per poi raggiungere l'ospedale di Borgo Roma dove ha ricevuto le prime cure. L’uomo è stato colpito al braccio e alla schiena

 

 

Sul posto era intervenuta anche la polizia locale (foto Marchiori)

 

Gli agenti, in queste ore, hanno raccolto le dichiarazioni delle parti coinvolte e dei testimoni e la vicenda ora è al vaglio dell'autorità giudiziaria. Sequestrati l’arma da fuoco utilizzata dallo sparatore, il suo  cellulare, i bossoli trovati sul luogo della sparatoria e l’auto con la quale il ferito ha raggiunto Borgo Roma.

CORRELATI