Fanfara e cannone
La 37ª Straverona
parte con il botto

19.05.2019

Scatta l'ora della 37ª edizione della Straverona. Già intorno alle 7 di questa mattina la Bra si è popolata di persone nonostante il cielo pieno di nuvole nere e minacciose: molti dello staff per fare gli ultimi preparativi alla corsa cittadina, ma anche molti runner che si riscaldavano per la gara. E sotto l'orologio anche la fanfara dei bersaglieri che ha catturato anche i turisti più mattinieri mentre al via c'era anche Papà del Gnoco.
 

 

IL PROGRAMMA. Un colpo di cannone sparato a salve darà il via alla  Straverona. Il pezzo da artiglieria sarà posizionato in Corso Porta Nuova, all’incrocio con via dei Mutilati, dall’8° Reggimento Artiglieria Terrestre. Inoltre, ad animare la partenza ci sarà anche la Fanfara Bersaglieri ‘Piume del Garda’ e l’85° Reggimento Addestramento Volontari parteciperà con il suo gruppo sportivo alla gara. Tante novità che testimoniano la positiva collaborazione avviata dall’AssociazIone Straverona con l’Esercito Italiano ed in particolare con il Comando delle forze operative terrestri di Supporto. Un vero avvio con il botto, che sottolinea l’importanza di una manifestazione che, ogni anno, registra la partecipazione di oltre 20mila runners e che, per l’edizione 2019, presenta un ricco programma di iniziative.

 

Oggi, oltre alla tradizionale manifestazione podistica da 6,10 e 20 chilometri, organizzata dell’associazione Straverona in collaborazione con il Comune, i partecipanti potranno visitare gratuitamente i musei, effettuare passeggiate culturali sotto la guida dei volontari della Fondazione Verona Minor Hierusalem e, ancora, divertirsi con musica e animazione nella grande festa dello sport in piazza Bra. Dalle 9 sotto i Portoni di piazza Bra, toccherà invece ai runners e alle famiglie indossare le scarpe da ginnastica per la tradizionale corsa su tre differenti percorsi da 6 chilometri piani senza barriere architettoniche; 10 chilometri ondulati con la salita sul colle di San Pietro; 20 chilometri più impegnativi, che arrivano fino a Quinto di Valpantena. 

Un colpo di cannone dà il via alla Straverona (Cozzolino)

 

SOLIDARIETA'. In occasione della manifestazione, l’Associazione Straverona ha scelto quest’anno di sostenere l’Associazione Alzheimer Verona, con il progetto “La forza di non essere soli”, e l’Associazione Orchestra per la Vita Onlus, che promuove la ricerca scientifica sul sarcoma epitelioide, un tipo di tumore raro. Ogni partecipante, con l’iscrizione alla Straverona, contribuirà automaticamente al Charity Program, perché parte del ricavato verrà devoluto ai due progetti scelti. In aggiunta, chi si iscrive online può fare una donazione scegliendo una delle opzioni disponibili nel sistema di registrazione. 

Papà del Gnoco a Straverona 2019 (foto Marchiori)

I PERCORSI.Percorso piano di 6 chilometri: partenza Portoni della Bra, corso Porta Nuova, Circonvallazione Oriani, Stradone Porta Palio, Largo Don Bosco, Regaste San Zeno, via Berto Barbarani, via Tommaso Da Vico, via Pontida, Ponte del Risorgimento, Lungadige Cangrande, Ponte di Castelvecchio, Corso Castelvecchio, Corso Cavour, via Armando Diaz, Lungadige Panvinio, Lungadige Riva Battello, Vicolo San Girolamo, piazza Duomo, vicolo San Giusto, via San Giacomo alla Pigna, via Pigna, via Giuseppe Garibaldi, via Rosa, Corso Santa Anastasia, Piazza delle Erbe, via Pellicciai, Galleria Pellicciai, Corte Farina, via Antonio Cantore, via Alberto Mario, via Guglielmo Oberdan, piazza Bra – arrivo.

Percorso 10 chilometri: partenza Portoni della Bra, corso Porta Nuova, Circonvallazione Oriani, Stradone Porta Palio, Largo Don Bosco, Regaste San Zeno, via Berto Barbarani, via Tommaso Da Vico, Ponte Risorgimento, Lungadige Cangrande, lungadige Campagnola, lungadige Matteotti, Parco Cesare Lombroso, Lungadige San Giorgio, Breccia San Giorgio, via Ippolito Nievo, via Castello San Felice, via Francesco Caroto, Sottomura San Zeno in Monte, via San Zeno in Monte, via Scala Santa, Vicolo Pozzo, via San Giovanni in Valle, via Fontana di Sopra, via Castel S. Pietro, (scalette), ponte Pietra, via Abramo Massalongo, via San Pietro Martire, via Santa Maria in Chiavica, via Arche Scaligere, via Pescheria Vecchia, piazza Francesco Viviani, via Stella, via Anfiteatro, via San Nicolo, via Tre Marchetti, piazza Bra – arrivo.

Percorso 20 chilometri: partenza Portoni della Bra e per la parte iniziale seguirà il tragitto della 10 chilometri, passando quindi da Porta Nuova, poi da Porta Palio, le Regaste San Zeno, l’Arsenale e San Giorgio. A questo punto la salita della “bretella” e quindi lungo la strada che porta in Valpantena, arrivando fino a Quinto. Si torna per la Castellana e quindi per Porta Vescovo. Il tratto finale attraversa il quartiere di Veronetta, prima di risalire il centro in direzione di Piazza Bra - arrivo.

 

LA VIABILITA'. La Polizia municipale invita i cittadini a non usare i mezzi privati durante lo svolgimento della manifestazione; evitare l’arrivo in centro storico con l’auto; non lasciare l’auto in sosta vietata o di intralcio al percorso. Autobus deviati su tutta la rete urbana interessata dall’evento. Tutte le informazioni sui nuovi percorsi autobus saranno attive sul sito di Atv. Viabilità – Straverona Expo Anche quest’anno ATV attiva un servizio gratuito di bus navetta a ciclo continuo con partenza dal parcheggio C dello Stadio Bentegodi e arrivo in Piazza Cittadella, nelle fasce orarie 07-8.30 e 11.30-14.30 per il ritorno. Per tutti quelli che vogliono raggiungere piazza Bra in bicicletta, invece, FIAB Verona offre un servizio di custodia gratuita delle bici in uno spazio chiuso e sorvegliato adiacente alla partenza della corsa attivo dalle 8 alle 13. 

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >