Sboarina: «Bocciate
richieste per l'Arena
Ma non ci fermiamo»

27.05.2020

La consueta conferenza stampa del sindaco di Verona Federico Sboarina sull'emergenza coronavirus e la ripartenza.

«Sull'aumentare la capienza dell'Arena avevamo attivato tutti i parlamentari, ma l'esito non è stato dei più favorevoli. Non ci fermiamo. Chiederò una deroga al ministro Franceschini, serve un intervento strutturale e specifico per la Fondazione Arena».

«Ci preoccupa anche la questione del turismo congressuale. Come per l'Arena lo schema dovrebbe essere il protocollo sanitario».

«Domani incontrerò le scuole guida che hanno protestato oggi».

«I militari arrivati ci stanno dando una mano anche a sanificare i parchi».

 

IL COMMENTO DI COMENCINI SUL NO ALLE RICHIESTE PER L'ARENA

«Il governo ha dato uno schiaffo al mondo della cultura e dello spettacolo e non ha ascoltato il grido d’aiuto di un’intera città».

Il commento è del deputato della Lega Vito Comencini, primo firmatario alla Camera dell'ordine del giorno su l'Arena.

 

«La Fondazione Arena di Verona e il sindaco di Verona Federico Sboarina hanno chiesto l’accesso per almeno 3mila spettatori, una minore decurtazione del Fondo unico per lo spettacolo e risorse ad hoc. Si trattava di una questione di buonsenso. È grave che il governo non abbia raccolto questo appello e mi meraviglio dei parlamentari veronesi del Partito Democratico, Italia Viva e del Movimento 5 Stelle. Dovranno giustificare questa vergognosa bocciatura di fronte alla città, agli artisti, agli esercenti che vivono anche grazie alle serate de l'Arena e agli operatori del turismo»

 

 

 

 

CORRELATI