Centri d'impiego,
32 «navigator»
in arrivo in città

Centro per l'impiego di Verona (foto Marchiori)
Centro per l'impiego di Verona (foto Marchiori)
17.07.2019

Sono 142 i "navigator" in arrivo nei Centri per l’Impiego del Veneto. Con la firma oggi, nella sede del Ministero del Lavoro, della convenzione con Anpal Servizi da parte dell’assessore regionale al lavoro Elena Donazzan, diventa operativa l’assegnazione di ulteriore personale per affiancare l’organico dei 39 Centri veneti per l’Impiego nelle politiche attive per il lavoro collegate al Reddito di cittadinanza.

 

La Regione Veneto ha già provveduto, d’intesa con Anpal Servizi, a distribuire la presenza dei navigator in base ai fabbisogni di organico: 4 prenderanno servizio nei Centri per l’Impiego del Bellunese, 25 nel Padovano, 9 a Rovigo, 22 nel Trevigiano, 27 nel Veneziano, 32 nella provincia di Verona e 23 nel Vicentino.

 

«Solo tre regioni - precisa Donazzan - il Veneto, l’Emilia Romagna e la Toscana, al momento sono pronte a partire con la seconda fase del reddito di cittadinanza, relativa alla stipula dei "patti per il lavoro". L’arrivo dei navigator rappresenta un ulteriore supporto, sicuramente utile per la gestione del reddito di cittadinanza, ma non determinante rispetto al piano di potenziamento della rete dei Centri per l’Impiego già intrapreso dalla Regione».

1 2 3 4 5 6 >