Cani rinchiusi
nella casa degli orrori
Liberati dagli agenti

Alessandra Vaccari 21.01.2020

Cani chiusi in una stanza di una casa di Ca’ di David, in mezzo ai loro escrementi, con la puzza che usciva e non dava adito a nessun dubbio interpretativo sulla situazione igienico sanitaria in quella stanza. A dare l’allarme per quella situazione è stata la proprietaria dell’immobile,.Elena. Una casa acquistata all’asta, dove già abitava la proprietaria dei cani che ha l’usufrutto dell’edificio.

Quando per un po' di giorni  non ha più visto gli animali, nè li ha più sentiti abbaiare, ha telefonato alla polizia Locale. «Ho evidenziato le mie perplessità e la pattuglia è subito arrivata per la verifica. I cani erano talmente malnutriti che uno di loro non si reggeva più nemmeno sulle zampe. Scheletrici, senza forza. C’erano escrementi e immondizie ovunque».

 

Gli animali sono stati sequestrati e portati al canile. I veterinari hanno detto che nutriti ed idratati si stanno riprendendo, anche il piccolo, che non era comunque cucciolo. «So che la signora rivuole gli animali. Spero questo non accada. Non credo che avrebbero un trattamento diverso da quello che hanno avuto». Sono in corso indagini.

CORRELATI