Ubriaco sdraiato sulla strada picchia due poliziotti

17.09.2019

Era disteso in mezzo alla strada, tra il cimitero e via Torbido evidentemente ubriaco, così una Volante in transito ha subito spostato l’uomo, adagiandolo sul ciglio della strada per evitare che venisse investito o provocasse incidenti. Ma l’uomo, anzichè ringraziare i suoi angeli custodi li ha aggrediti. L’episodio è accaduto sabato pomeriggio. E alla fine, il trentaquattrenne romeno è stato arrestato per resistenza e minacce a pubblico ufficiale. Il caso ha voluto che mentre i poliziotti spostavano l’uomo transitasse in via Torbido personale sanitario di un’ambulanza della Croce rossa, che ha prestato le prime cure allertando nel contempo altro personale Cri ad intervenire in quanto loro erano diretti altrove, per un'altra chiamata. In attesa dell’arrivo dell’ambulanza, l’uomo a terra si è ripreso e alla vista dei poliziotti in divisa ha dato in escandescenza dapprima con minacce di morte e poi reagendo, ripetutamente e fisicamente con calci e pugni contro chi in realtà lo stava soccorrendo. Sebbene sembrava si fosse calmato, in realtà, a più riprese il romeno si è scagliato contro gli agenti e una volta bloccato definitivamente ha cercato di auto lesionarsi dicendo che all’indomani mattina avrebbe detto al giudice di essere stato picchiato dai poliziotti. L’uomo è stato dunque arrestato e portato a casa propria in custodia domiciliare in attesa del rito per direttissima che si è celebrato ieri mattina. Previa convalida dell’arresto e stante la richiesta dei termini a difesa, il processo è stato differito al 7 gennaio, con la immediata liberazione dello stesso. •