Rubano in due auto
rompendo finestrini
Ladri seriali arrestati

Volante della polizia in via Leida
Volante della polizia in via Leida
07.01.2020

Erano stati denunciati nel 2011 per furto aggravato in concorso tra loro all’interno di un esercizio commerciale e poi, ripetutamente nel corso degli anni, erano stati identificati sempre in coppia. Nella notte di lunedì, però, i due ladri hanno operato separatamente a poca distanza, ed entrambi, nel giro di un paio d’ore, sono finiti in manette.

 

Sono stati gli agenti delle Volanti della Questura di Verona a rintracciare B.C., cittadino tunisino di 27 anni, e M.Z., ventiseienne originario della Romania, rispettivamente arrestati per i reati di tentato furto aggravato e di rapina impropria. I giovani sono stati intercettati a seguito di due diverse segnalazioni giunte, tra l’1.30 e le 3.00 di notte, alla Centrale Operativa della Questura. Il maggiore dei due è stato sorpreso in via Leida mentre si trovava ancora all’interno dell’auto di cui, poco prima, era riuscito a sfondare il finestrino. Lo aveva denunciato un residente svegliato dai rumori. 

 

L'altro era riuscito a entrare in un’altra auto posteggiata in via Francia, sempre rompendo un finestrino: M.Z. è riuscito ad impossessarsi di una giacca da uomo e di un portafoglio ma i proprietari lo hanno visto mentre scappava e raggiunto in via Silvestrini. Il giovane ha restituito la giacca e per fuggire, con il portafoglio rubato ancora in tasca, li ha minacciati con una bottiglia di vetro raccolta da terra. L’intervento degli agenti delle Volanti ha consentito di fermare il ventiseienne. 

Nella direttissima di oggi i due sono stati posti agli arresti domiciliari.