Sedicenne grave dopo l'incidente in moto: nei guai un 65 enne, era ubriaco

Stefano Nicoli 12.11.2019

Svolta nelle indagini sul violento impatto accaduto nella tarda serata di sabato scorso a Concamarise tra un’auto e un motociclo su cui viaggiava un 16enne del paese rimasto gravemente ferito.

Il conducente dell’utilitaria, che con una manovra azzardata avrebbe causato l’incidente per poi darsi momentaneamente alla fuga, è stato infatti denunciato a piede libero per guida in stato di ebbrezza dalla Polizia stradale di Legnago intervenuta sul posto per i rilievi. L’uomo - C.M.Z., 65 anni, residente a Sanguinetto - si era infatti messo al volante con una concentrazione di alcol nel sangue oltre tre volte il limite di 0,5 grammi per litro consentito per legge. Ma le conseguenze per l’automobilista, al quale è stata ritirata seduta stante la patente, non si fermano qui.

Il 65enne, oltre a venire sanzionato per omessa precedenza, rischia infatti, al termine degli accertamenti avviati dagli uomini del comandante Marco Zago, anche una denuncia per lesioni gravi o gravissime in base a come evolveranno le condizioni di R.B., il 16enne in sella all’Aprilia 125 travolta da una seconda auto che sopraggiungeva e che non avrebbe responsabilità nell’urto. Lo studente è infatti ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione del Polo Confortini di Verona dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico d’urgenza per i traumi riportati nell’incidente avvenuto a nemmeno un chilometro di distanza dalla sua abitazione dove lo attendevano i genitori e i tre fratelli. 

CORRELATI