Il gruppo Avis piange Luciano Zaffani padre dei donatori

Luciano Vittorio Zaffani
Luciano Vittorio Zaffani
RI.MI.14.01.2020

Sanguinetto piange Luciano Vittorio Zaffani, morto sabato scorso a 84 anni dopo una lunga malattia. È stato fondatore del gruppo donatori di sangue del paese e presidente onorario dell’Avis comunale. Oggi, alle 15, nella chiesa parrocchiale si terrà l’ultimo saluto al pensionato, nominato in passato anche Cavaliere del lavoro, che lascia la moglie Carla e le figlie Giuliana e Silvana. Zaffani è stato il primo presidente dei donatori di sangue, che guidò per ben 28 anni, dal 1969 fino al 1987, quando lasciò il timone dell’associazione per diventarne poi presidente onorario per il suo attaccamento ai principi di solidarietà e altruismo insiti nei soci Avis. «Fino a quando le forze glielo hanno permesso», spiega Giulio Passilongo, anche lui ex presidente dei donatori, «Luciano ha sempre partecipato alle riunioni del direttivo e ha dato i suoi saggi consigli su come portare avanti le varie attività. È stato un punto di riferimento per tutti noi». Mezzo secolo fa Zaffani e altri amici decisero di donare il sangue e aderirono in un primo momento alla San Camillo per poi passare ad Avis con l’adesione di tanti sanguinettani. Alla cerimonia funebre saranno presenti anche l’attuale presidente dell’Avis, Simonetta Vighini, con il direttivo e una delegazione del Comune. Sono attesi anche rappresentanti delle altre associazioni locali e dei gruppi Avis di molti Comuni della provincia. •

Primo Piano
Operazioni recupero salma nel porto a Bardolino (Joppi)
 
 
A Bardolino, corpo senza vita in acqua

Soffoca la moglie
malata e si suicida
Recuperato nel lago

Condividi la Notizia
 
Coronavirus, i dati della Regione

Verona, 2 morti
e 5 nuovi casi
nelle ultime 24 ore

Condividi la Notizia
 
Un centinaio di persone a terra

Stop al treno
affollato, caos
a Porta Vescovo

Condividi la Notizia