Avvelenati da insetticida Risolto il mistero dei gatti spariti dalla colonia felina

I gattini della colonia decimata
I gattini della colonia decimata
RI.MI.03.10.2019

I 14 gatti della colonia felina, ospitata in piazza Vittorio Emanuele a Sanguinetto, che erano scomparsi nella notte tra il 6 e il 7 agosto scorsi, con tutta probabilità sono stati tutti avvelenati. Lo confermano le analisi eseguite dall’Istituto Zooprofilattico delle Venezie sull’unico esemplare rinvenuto ormai cadavere nei pressi della colonia. L’esito dei test tossicologici eseguiti sul povero micio confermano infatti che ad ucciderlo è stata una potente dose di Carbuforan, un insetticida comunemente utilizzato in agricoltura contro gli insetti che proliferano nel terreno e che, se ingerito, provoca spasmi, vomito e diarrea fino a portare inesorabilmente alla morte. I veterinari dell’Istituto Zooprofilattico hanno trasmesso il referto ai carabinieri di Sanguinetto e all’Ulss 9 Scaligera affinchè siano avviate le ricerche necessarie a dare un nome e un volto a chi in una calda notte d’estate ha deciso di accanirsi contro i gatti della colonia. Le volontarie che ogni giorno si occupavano dei mici avevano trovato solamente una carcassa mentre le altre 13 bestiole erano sparite nel nulla. In un primo momento si era anche ipotizzata una razzia da parte di qualche volpe ma adesso è arrivata la certezza che qualcuno abbia deliberatamente avvelenato i gatti con esche al Carbuforan e poi abbia atteso qualche ora prima di andare a raccogliere gli animali morenti per sbarazzarsene. Tutti tranne uno, che è stato poi analizzato, facendo emergere l’avvelenamento collettivo. Il Carbuforan è un composto chimico incolore e insapore che si presta quindi facilmente come componente di esche avvelenate. Anche in altre parti del Veneto e del Friuli, negli anni scorsi, si sono verificati casi di avvelenamento con questo potente veleno che non lascia scampo se viene ingerito anche in piccole dosi. I 14 gatti probabilmente davano fastidio a qualcuno che ha pensato di farli sparire senza lasciare alcuna traccia. Tuttavia, l’aver dimenticato una carcassa nel giardino incolto della casa abbandonata ha permesso di scoprire la terribile verità. Anche se manca ancora il nome di chi ha materialmente compiuto questo orribile gesto. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Sanguinetto che dovranno ora cercare di capire chi ha acquistato l’insetticida allo scopo di ammazzare i gatti. «I poveri gatti», rimarca Daniela Siliotto che da tempo li accudiva, «hanno fatto una fine atroce, non riusciamo proprio a capacitarci come sia possibile compiere un gesto così vile ai danni di esseri indifesi. Hanno atteso che i mici fossero tutti presenti e hanno somministrato loro le esche aspettando che il Carbuforan facesse effetto».

Primo Piano
Il «logo» di Hitler sul berretto dei tifosi dell'hellas
 
Alla partita Bologna-Verona a gennaio

Berretto con Hitler
Condanna
per 7 tifosi Hellas

Condividi la Notizia
 
A Bardolino, corpo senza vita in acqua

Soffoca la moglie
malata e si suicida
Recuperato nel lago

Condividi la Notizia
 
Coronavirus, i dati della Regione

Verona, 2 morti
e 5 nuovi casi
nelle ultime 24 ore

Condividi la Notizia
 
Un centinaio di persone a terra

Stop al treno
affollato, caos
a Porta Vescovo

Condividi la Notizia