Frontale tra auto, due ferite e lunghe code sulla regionale

L’elicottero del 118 mentre carica una delle due donne ferite nell’incidente DIENNE FOTO
L’elicottero del 118 mentre carica una delle due donne ferite nell’incidente DIENNE FOTO
Riccardo Mirandola 17.09.2019

Due donne sono rimaste ferite ieri, alle 9, nello schianto tra le loro auto in via Pioppone a Nogara, lungo la Regionale 10. La Mercedes condotta da S.I., 47 anni, di Nogara, stava svoltando a sinistra per fare rifornimento di carburante quando, nel senso opposto di marcia, arrivava la Ford Fiesta guidata da P.P., 62 anni di Bonferraro. Quest’ultima non ha fatto in tempo ad evitare l’impatto con l’altra auto, centrandola in pieno. Lo scontro violentissimo ha fatto carambolare le due vetture che si sono accartocciate, intrappolando al loro interno le donne che sono state immediatamente soccorse dagli altri passanti e dai gestori dei vicini distributore di benzina e bar. Sul posto è arrivata l’ambulanza del 118 e i sanitari hanno ritenuto necessario l’intervento dell’elisoccorso poiché una delle due ferite, S.I., versava in condizioni preoccupanti. I vigili del fuoco di Legnago hanno estratto le due malcapitate dagli abitacoli, consentendo al personale medico di prestare cure. La ferita più grave è stata stabilizzata e quindi trasferita con l’eliambulanza al Polo Confortini di Verona, dove è stata ricoverata per i traumi e le fratture riportate. Ferite e traumi anche per P.P., ricoverata all’ospedale Mater Salutis di Legnago. I rilievi di legge sono stati eseguiti dai Carabinieri di Isola della Scala i quali dovranno ora stabilire l’esatta dinamica di quanto successo. Fortissimi i disagi per la viabilità sulla Regionale: si sono formate code chilometriche mentre si portavano i soccorsi e si rimuovevano i mezzi. Il traffico è rimasto paralizzato per circa due ore, nonostante molti mezzi fossero stati deviati su strade alternative da parte della Poliza locale di Nogara. Il luogo dello schianto è già stato teatro di altri gravissimi incidenti, anche mortali, a causa del lungo rettilineo che collega Nogara con Bonferraro che «invita» gli automobilisti a correre. •