Anziano trovato morto in casa Il decesso risale a 15 giorni fa

Il palazzo dove abitava il settantenne trovato morto in casa DIENNE
Il palazzo dove abitava il settantenne trovato morto in casa DIENNE
RI.MI.01.08.2019

Dramma della solitudine per un settantenne di Nogara trovato morto nel suo appartamento del condominio Gemini di via Kennedy. L’uomo, Mario Bonfante, pensionato, era deceduto da almeno 15 giorni ed è stato trovato in avanzato stato di decomposizione nel suo letto dai carabinieri e dai vigili del fuoco. Ad insospettirsi sono stati gli altri condomini che da alcuni giorni lamentavano forti odori che provenivano dall’alloggio al terzo piano e che avevano invaso tutto lo stabile, i garage e anche l’area esterna. Martedì pomeriggio una famiglia che abita sullo stesso pianerottolo del malcapitato pensionato ha accusato conati di vomito a causa dei miasmi e ha deciso così di avvisare le forze dell’ordine per far aprire quella porta da cui da giorni non rispondeva nessuno. «Pensavamo che il nostro vicino fosse in vacanza», spiega una residente, «abbiamo suonato il campanello ma non rispondeva nessuno e il nostro timore era che ci fosse un frigorifero rotto con il contenuto in putrefazione». Al loro arrivo in via Kennedy i soccorritori hanno subito capito che nell’appartamento si era purtroppo consumata una tragedia e hanno forzato la serratura per entrare. All’interno è stato trovato il corpo in putrefazione del pensionato riverso sul letto ed è stato fatto quindi intervenire il medico del 118 per accertarne le cause della morte che sarebbe stata provocata da un malore improvviso. L’apertura della porta ha reso l’aria ancora più irrespirabile al punto da costringere tutti gli abitanti del palazzo ad uscire in strada. Bonfante non si vedeva a Nogara da parecchi giorni e la sua auto è stata trovata chiusa in garage. Solitamente l’uomo, che conduceva una vita riservata, si recava al bar della stazione per bere qualcosa con alcuni amici oppure andava al mercato del giovedì mattina ma da qualche tempo nessuno lo aveva più visto. I carabinieri di Nogara si sono messi in contatto con i parenti dell’anziano che non lo sentivano da parecchio tempo. La salma è stata poi trasportata alle camere mortuarie dell’ex ospedale Stellini in attesa dei funerali che saranno celebrati domani alle... . •