Cinque giorni di festa in onore di San Martino

Nicola Scapini
Nicola Scapini
F.T. 07.11.2019

La Festa di San Martino riparte da cinque. Tante saranno infatti le giornate della fiera dedicata al patrono di Legnago che, da oggi a lunedì 11 novembre, animeranno piazza Garibaldi. Rispetto alle edizioni passate, infatti, il Comune e i sodalizi coinvolti nella manifestazione, da ViviLegnago a PortoBello passando per l’associazione Casette, la Pro loco e la Coldiretti, hanno ampliato gli eventi da tre a cinque giornate. «Abbiamo recuperato lo spirito originario della ricorrenza», evidenzia Nicola Scapini, assessore alle Attività economiche, «che tradizionalmente coincide con la fine dell’annata agricola. Oltre al capoluogo abbiamo inoltre esteso la manifestazione anche alle frazioni di Vigo e Vangadizza. Nella serata finale di lunedì verranno coinvolte, con una cena dedicata, anche le imprese degli altri settori economici della città». «All’esterno dei negozi», aggiunge Nico Dalla Via, presidente di ViviLegnago, «verranno esposte le tradizionali lanterne, non solo nel capoluogo, ma anche a Casette e Porto». Gli eventi della fiera inizieranno oggi, alle 18.45, nella tensostruttura riscaldata, con il convegno «Acqua, risorsa per le imprese agricole» e proseguiranno, alle 20, con l’inaugurazione dello stand gastronomico. Domani, alle 20.30, si esibirà la scuola di ballo «Urban country», mentre sabato, alle 15, ci saranno incontri e laboratori di lettura alla «Fioroni» e alla biblioteca «Bellinato» di Porto, mentre alle 15.30, in piazza Garibaldi, verrà allestito lo «Show cooking» con esposizione di zucche ornamentali dello scultore Marco Garusi. Alle 21.30 ci sarà un concerto con l’«Ade Acustic Trio». Domenica 10 «Mercato del forte», seguito alle 15.30 da uno «Show cooking» e da un laboratorio per bambini. Alle 21 si esibiranno gli allievi del Centro musicale legnaghese. •