Infarto fulminante
a fine lavoro:
muore un 56enne

Roberto Bettarello in un cantiere dove aveva lavorato
Roberto Bettarello in un cantiere dove aveva lavorato
Elisabetta Papa26.05.2019

Aveva appena terminato uno dei lavori che stava eseguendo da alcuni privati a Badia Polesine (Rovigo), a poca distanza da centro cittadino, ed era appena risalito sul suo furgone. Ma dopo pochi metri è stato colto da un malore che non gli ha lasciato scampo e che ha fatto finire il mezzo contro un marciapiede spartitraffico al centro della strada. È morto così, poco dopo le 16 di venerdì, Roberto Bettarello, 56 anni, artigiano di Castagnaro, titolare di un’azienda di fabbricazione di strutture metalliche da lui stesso fondata nel Comune della Bassa.

 

Ai soccorritori del 118, chiamati da alcuni passanti, è apparso subito chiaro che non si trattava di un incidente causato da una semplice distrazione al volante, ma di un infarto fulminante. Nonostante la tempestività dei soccorsi e le manovre di rianimazione cardiopolmonare messe in atto dal personale dell’ambulanza che ha tentato tutto il possibile, per Bettarello non c’è stato purtroppo più nulla da fare. Nel frattempo sono intervenuti sul luogo della tragedia i carabinieri di Badia Polesine e alcuni familiari del 56enne, che lascia l’amata moglie Alessandra, istruttrice di nuoto, e tre figlie giovanissime a cui era molto legato: Alessia, di 18 anni, Silvia di 16, e Serena di 14. Oltre ai due fratelli Lucio e Franco.