La fiera del Blues compie dieci anni. Ospite d’onore Eugenio Finardi

Eugenio Finardi (foto archivio)
Eugenio Finardi (foto archivio)
F.S. 12.10.2019

«Blues Made in Italy» compie 10 anni e si regala il cantante Eugenio Finardi.

Oggi, in Area Exp a Cerea, a partire dalle 10.30, torna la più grande fiera nazionale del Blues, patrocinata dal Comune e diventata ormai un appuntamento fisso e attesissimo da migliaia di musicisti e appassionati.

La manifestazione, ideata dal ceretano Lorenz Zadro, fondatore e presidente dell’associazione culturale Blues Made in Italy, è sempre di più sotto i riflettori. «Il raduno nazionale», spiega Zadro, «è ormai una tra le più prestigiose e ambite vetrine del panorama musicale italiano, capace di attirare e coinvolgere numerose persone da tutta Italia e dall'estero».

La conduzione dell’evento è affidata al carismatico presentatore Maurizio «Dr. Feelgood» Faulisi di Virgin Radio, conduttore radiofonico dal 1978, divulgatore e stimato critico musicale. Tra i nomi di spicco che si esibiranno sui tre palchi della decima edizione, sono attesi, oltre a Finardi, anche Tolo Marton, Veronica Sbergia & Max De Bernardi, Mandolin’ Brothers, Piero De Luca & Big Fat Mama, Sonohra Project Trio, Arianna Antinori e Betta Blues Society. Oltre 15 ore di musica no stop attendono i visitatori di Blues Made in Italy. Spazio anche per il «villaggio fieristico» con più di 70 espositori per una sorta di mostra-mercato del disco da collezione e di prodotti artigianali made in Italy rivolti soprattutto alla costruzione di strumenti tipici del Blues. Non mancheranno poi le aree ristoro, gestite dal Roses American Bar, con particolare attenzione alla degustazione di prodotti enogastronomici veneti. «Questi 10 anni», afferma Zadro, «sono stati una lunga avventura, voglio ringraziare tutti coloro che hanno scelto di supportarci. Mi auguro che ci ritroveremo a festeggiare molti altri compleanni Blues». L’ingresso è gratuito. •

 

L'invito di Lorenz Zadro (video Brusati)