Paura a Porto
16enne aggredito
per soldi e telefono

La caserma dei carabinieri di Legnago dove si sono recati a sporgere denuncia i genitori del 16enne
La caserma dei carabinieri di Legnago dove si sono recati a sporgere denuncia i genitori del 16enne
Francesco Scuderi03.08.2020

Allarme sicurezza a Legnago per una tentata rapina commessa nei giorni scorsi ai danni di un 16enne nel centro di Porto.

 

Erano le 23 quando Michele (il nome è di fantasia a tutela del minore) stava rientrando a casa da solo percorrendo a piedi via Angelo Scarsellini. Improvvisamente, il giovane è stato aggredito da due uomini a volto scoperto, spuntati di punto in bianco da una traversa della strada principale. Uno dei due ha bloccato il 16enne cercando di immobilizzarlo mentre l’altro ha iniziato a mettergli le mani nelle tasche dei pantaloni alla ricerca di portafoglio e smartphone.

 

Il ragazzo, dopo una fase iniziale di smarrimento, dovuta alla sorpresa per l’aggressione subita, non si è lasciato sopraffare dalla paura ed ha reagito. Quindi, dopo aver colpito con una testata l’uomo che lo bloccava da dietro, è riuscito a divincolarsi dalla sua presa e subito dopo con un pugno ha colpito l’altro rapinatore. Una volta che è riuscito a liberarsi, fortunatamente senza riportare ferite e contusioni, il ragazzo è scappato a casa assicurandosi che nessuno dei due aggressori lo stesse rincorrendo.

 

L'articolo completo su L'Arena in edicola