Pallone d'oro

Ecco le classifiche. L'oro 2020? Un affare da numeri uno...

I calciatori in corsa per il Pallone d'Oro
I calciatori in corsa per il Pallone d'Oro
Stefano Joppi13.06.2020

Allacciate le cinture, aguzzate gli occhi, trattenete il fiato. E poi tutto d’un colpo scorrete la classifica. Sarà un amen passare dalla gioia alla delusione nel trovare il piazzamento conseguito dal vostro beniamino, nell’osservare e capire se gli sforzi che avete fatto sono stati tali da esultare. Certo manca oggi la parte più corposa: il podio. Per quello ci vuole ancora un attimo di pazienza. Questione di suspence. Di certo v’invitiamo solo a non dare nulla per scontato in quello che è stato, per l’ennesima volta, un incredibile viaggio nel mondo dei dilettanti. Una montagna i tagliandi giunti in redazione. Cosi tanti, l’ultima volta, che hanno riempito quasi fino all’orlo il gigantesco contenitore del Pallone d’oro che troneggiava nell’atrio della sede de L’Arena di Corso Porta nuova. Molti i tagliandi depositati a mano, tanti altri arrivati per posta anche con raccomandata. Segni evidenti che c’è poco da scherzare quando il gioco si fa pesante, entra nel vivo e decreta i vincitori dei tre metalli: oro, argento e bronzo.

Tre categorie che fanno del pianeta calcio veronese un’unica grande famiglia capace di dribblare anche la pandemia. Comunque: Enzo, Scalera e Rossi, o soliti tre, tutti portieri, si giocheranno i primi tre gradini del podio dell’oro così come Ceoletta, Dosso e Piccinato - in questo caso tre attaccanti - si disputeranno il Pallone d’argento. Per il bronzo, infine, riflettori puntati su Braga, Pachera e Quintarelli.

 

QUI IL PDF CON LE CLASSIFICHE

 

PALLONE D’ORO. L’ultima conta è stata una lotta fratricida tra due big del Caldiero: il bomber Lorenzo Zerbato e il baby Nicolò Baldani. Il primo supera il compagno di squadra che arretra di una posizione. Entrambi però vengono bruciati da Elia Simeoni del Team Santa Lucia. Grazie all’aiuto di papà Luigi, mamma Cinzia, degli zii, familiari e amici il diciottenne terzino di Villafranca conquista la medaglia di legno lasciando alle sue spalle la coppia gialloverde. In graduatoria irrompe quasi dal nulla Giacomo Montresor del Sona. Difensore, leva del 2000, si piazza solitario al settimo posto scalzando Giovanni Zoppi del Valgatara. Subito dietro l’attaccante dell’Ambrosiana Nicolò Righetti mai entrato nella top venti prima d’ora. Sopra quota ventimila punti piazza l’acuto Matteo Giordano del Vigasio che precede le buone performance di Elia Scardoni del Team Santa Lucia, diciannovenne di Cerro Veronese di professione barista «Ai Calici» a San Martino Buon Albergo. Da segnalare pure lo sprint di Federico Fanini, centrocampista della Belfiorese, e del difensore del Sona Pietro Gecchele.

 

PALLONE D’ARGENTO. Nella concitata corsa finale, e grazie al super tagliando da 200 punti pubblicato nell’ultimo giorno dell’iniziativa dell’Arena, la classifica del Pallone d’argento segna più di una sorpresa. Davvero amara per il forte attaccante della Montebaldina Mohammed Rkaiba, che scende dal podio, stabilmente occupato nelle precedenti classifiche parziali. Il centravanti delle pendici del Baldo ha avuto comunque la grande forza di rintuzzare la prepotente ascesa di Jacopo Girardi dell’Aurora Cavalponica e del funambolico brasiliano dell’Audace Luiz Herber. Scivola addirittura di sei posizioni il portiere dell’Alba Borgo Roma Francesco Bonato, mentre si palesa d’incanto Filippo Vallenari del Real Grezzanalugo.

 

PALLONE DI BRONZO. Giù dal podio, nonostante l’incredibile numero di voti (130.312) rimane Manuel Prati dell’Albaredo, confermando la quarta posizione maturata nella precedente classifica. Sfumano invece i sogni di vittoria per Alessandro Zanetti del Bnc, che perde quattro posizioni, e dal secondo si piazza al sesto posto finale dietro a Nicolas Mantovani del Sustinenza che invece avanza di due gradini. La clamorosa new entry è rappresentata da Francesco Conti del Noi La Sorgente (settimo) cosi come è da segnalare la poderosa cavalcata di Leonardo Montanari del San Zeno. Curiosità. I primi sei del Pallone di Bronzo hanno ampiamente superato i centomila punti: una performance che testimonia la bontà dell’iniziativa de L’Arena.

CORRELATI