Festival, quale
futuro per finanza
ed economia?

17.11.2019

Dalla leggerezza del digitale agli impegnativi temi dell’economia: «Tra stagnazione secolare e ottimismo tecnologico: quale futuro per economia e finanza nel XXI secolo» è la terza sessione con inizio alle 14, in collaborazione con Università Bocconi e Oxford Economics: un faccia a faccia tra Mario Anolli, professore di gestione dei rischi finanziari, etica della finanza e risk management all’Università Cattolica di Milano, Francesco Daveri, professor of practice di macroeconomics e direttore Full-Time MBA, SDA Bocconi, Veronica De Romanis, docente di politica economica alla Stanford University e alla Luiss, e Emilio Rossi, ceo di EconPartners e senior advisor di Oxford Economics.

 

Emilio Rossi, CEO di EconPartners e Senior Advisor di Oxford Economics. «Siamo in una fase di transizione. Stiamo aspettando che nuove tecnologie entrino nel mercato per farci compiere un salto di qualità. Il problema è come gestire questa fase di passaggio». L'INTERVENTO DI EMILIO ROSSI 

Francesco Daveri, professor of practice di macroeconomics e direttore Full-Time MBA, SDA Bocconi: il rischio di stagnazione nei prossimi anni e le possibili vie d'uscite. Daveri ha affrontato il problema dei tassi d'interesse molto bassi: «In questa fase c'è bisogno di banche centrali. È tornata la crescita, ma è stata anemica e diseguale. La nuova politica ha fatto crescere l'incertezza». L'INTERVENTO DI FRANCESCO DAVERI  e L'INTERVISTA 

Veronica De Romanis, docente di politica economica alla Stanford University e alla Luiss «L'Europa deve cambiare per avere un futuro. Viviamo in un mondo complesso ma siamo disabituati alla complessità». «L'Italia deve mettere al top dell'agenda il welfare. In Italia nel 2050 ci saranno almeno 7 milioni in meno in età lavorativa e si prevede un -7,9% delle nascite». «C'è bisogno di innovazione, interazione e coesione». L'INTERVENTO DI VERONICA DE ROMANIS e L'INTERVISTA 

Mario Anolli, professore di gestione dei rischi finanziari, etica della finanza e risk management all’Università Cattolica di Milano ha affrontato il tema di digital risk e strategia.  L'INTERVENTO DI MARIO ANOLLI  e L'INTERVISTA 

CORRELATI