Cappellato: «Anzianità non è un tempo
di attesa, ma un nuovo periodo creativo»

17.11.2019

Gabriele Cappellato, professore emerito di progettazione architettonica, accademia di architettura università della Svizzera italiana è uno dei relatori  della sessione «Vivere più sani e più a lungo: sfide e promesse per il prossimo decennio» 

 L'INTERVISTA

«L'anzianità non è da considerarsi un tempo di attesa, ma iniziare un nuovo periodo di creatività in grado di incidere sulla società. Purtroppo l'attuale tendenza di pensiero è considerare l'anziano una persona malata o disabile. Da qui l'architettura cittadina deve essere modificata»

CORRELATI