Fieracavalli 2019

Autonomia, Zaia
duro: «Il centralismo
è da sfigati»

Riccardo Verzè08.11.2019

A Fieracavalli 2019 il direttore de L'Arena Maurizio Cattaneo intervista il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, che ieri ha anticipato: «Verona capitale della fase finale dei giochi olimpici di Cortina».

 

LE OLIMPIADI

«Ci ho creduto fino in fondo alla partita delle Olimpiadi, e il nostro asso nella manica erano Verona e L'Arena, con la conclusione in mondovisione».

 

FIERACAVALLI

«Non bisogna mai vivere di rendita di posizione. Fieracavalli ha numeri impressionanti, in un Veneto che è l'unica che cresce del 50% come popolazione di equini. Dobbiamo continuare a pensare in grande e far crescere questa Fiera. 160.000 persone anche quest'anno, è la vera vetrina del cavallo mondiale».

«Qui a Fieracavalli è pieno di ragazzi laureandi che lavorano a part time. Questo è il popolo che dobbiamo premiare venendo in Fiera».

 

VERONA

«Verona ha peculiarità uniche, con Fiere uniche. La dimensione di una realtà non metropolitana riesce comunque ad avere della leadership. L'operatore cerca vetrine internazionali e questa lo è».

 

L'IPPICA

«Non è solo uno sport ma ci sono anche aziende agricole e 45.000 occupati, parliamo anche di identità, turismo e genetica. Non possiamo accettare che i nostri grandi allevatori si trasferiscano all'estero. Da Ministro ho lasciato un piano industriale che andrebbe soltanto approvato per uscire dalla crisi».

 

IL FESTIVAL DEL FUTURO

«Io al Festival del Futuro ci sarò. Chi non pensa al futuro non ha futuro. Bisogna avere una visione positiva, guardare al futuro con l'innovazione ma salvaguardando l'umanità».

 

AUTONOMIA REGIONALE

«L'autonomia è una grande riforma. I grandi paesi sono tutti federalisti. L'Italia finchè avrà il centralismo sarà un paese "sfigato". L'autonomia è una vera assunzione di responsabilità, diceva Napolitano, e noi dobbiamo imporla. Si sono accodate molte regioni a chiedere l'autonomia. Se a Roma non hanno capito che sta cambiando l'aria, arriverà un ciclone che glielo farà capire, perché gli romperà i vetri di casa. L'autonomia era prevista già nel 1948».

 

Il direttore Cattaneo con Luca Zaia

 

IPPOTURISMO, SALUTE e TURISMO

«Abbiamo incentivato le Ulss a farlo, con autismo, down e disabilità in generale. Il cavallo ci permette di completare l'offerta turistica del Veneto. E la visita "slow" dei territori è la nostra forza».

 

LA RICANDIDATURA

«Abbiamo dato dignità al Veneto, diventato un interlocutore internazionale. Siamo il Veneto delle grandi partite e dell'Unesco, compreso l'obiettivo di far diventare l'Amarone patrimonio dell'umanità, siamo il Veneto della Sanità e delle Riforme».

«Io cerco di stare in mezzo alla gente, fra le aziende, non ai convegni».

 

 

 

 

CORRELATI
1 2 >