Zaia: «Meno ricoveri
in ospedale. I ragazzi
usciranno per primi»

07.04.2020

La consueta conferenza stampa del presidente della regione Veneto Luca Zaia sull'emergenza coronavirus.

«Comprate i giornali, è un modo per restare informati. L'informazione ha fatto opera di protezione civile».

«Stanno aumentando i positivi: stanno arrivando i risultati di quelli effettuati nei giorni scorsi».

«1.876 i ricoverati: tanno calando. 297 le terapie intensive, -20 rispetto a ieri. Merito dei medici ma anche di tutti i veneti che stanno rispettando le misure. Fino ad oggi abbiamo ricoverato e curato 3.100 persone. 695 i decessi legati al coronavirus fino a oggi. 83 i nati». (qui i dati completi).

Abbiamo ricevuto 250 dispositivi dalla Huawei per i pazienti covid.

 

«È inevitabile che in futuro tutti noi avremo delle mascherine in casa. Le terapia intensive in futuro non le smantelleremo, se non il minimo necessario. Le case di riposo occupano tre quarti delle nostri riunioni».

 

I RAGAZZI PRIMI AD USCIRE

Zaia, che già aveva detto che i giovani erano quelli che rispettano di più le regole, annuncia: «Se ci saranno degli allenamenti, i ragazzi saranno i primi ad uscire. Se lo meritano perché hanno tenuto duro più di tutti, lavorando con la scuola e rispettando le regole».

 

I FINANZIAMENTI

Ok dare i soldi come annunciato da Conte, ma gli imprenditori devono pagare dipendenti e fornitori.

 

RIAPERTURA AZIENDE

Tante hanno riaperto in silenzio assenso, c'è più gente in giro indubbiamente. Io spero si riapra, ma ci vuole rispetto per una situazione di emergenza.

 

 

 

CORRELATI