Zaia: «Critiche?
Chiedete ai veneti
dove farsi curare...» 

03.04.2020

"I bollettini vanno in  flessione sui ricoverati, in terapia intensiva sono 335 stabili e i morti 572. E per la prima volta i dimessi superano i ricoverati: questo è il vero indicatore che si sta invertendo la tendenza. Detto questo,adesso la sfida è tutta nostra: la visione è che non dobbiamo abbassare la guardia, chiedo ancora sacrifici ai veneti, un sacrificio che è un grande investimento", spiega Zaia nel punto stampa quotidiano.

 

"Con la nuova ordinanza, valida della mezzanotte di oggi fino al 13 aprile, ho chiarito alcuni punti come la regola dei 200 metri e la presenza nei negozi e supermercati dove si può accedere solo con guanti e mascherina. Ho inoltre disciplinato l'attività dei florovivaisti. Vale a dire che in questo periodo possono stare aperti solo per la consegna a domicilio o per la manutenzione straordinaria di aree verdi. Il commercio al dettaglio di cancelleria è consentito anche dentro i supermercati. Chi trasgredisce viene multato."

 

"I mercati alimentari al chiuso o all’aperto potranno continuare ad essere aperti solo con specifiche ordinanze dei sindaci.  I mercati dovranno essere perimetrati, avere un unico accesso e uscita, avere una sorveglianza pubblica o privata che garantisca la distanza sociale, non potranno avere assembramenti. I venditori e compratori dovranno avere guanti e mascherine".

 

"Se tutti facessero come stanno facendo i ragazzi veneti, non ci sarebbero problemi. Sono davvero eccezionali"

 

"Noi stiamo lavorando alla riapertura, a prescindere dai test anticorpali che può dare la patente di immunità. Quando si riapre, bisogna riaprire per gradi, prima alcuni settori che altri e con determinate precauzioni"

 

"Da lunedì il Veneto potrà dotarsi, unica regione in Italia, di una macchina che è stata comprata in grado di analizzare 7-8 mila tamponi. L’ho comprata per il dottor Crisanti  e sarà installata nel suo laboratorio".

 

 

"Test sierologici non ancora certi? Qui c'è un dibattito tra scienziati, il mondo della scienza si confronta, non è che è Zaia che deve rispondere. Io prendo tutto quello che scientificamente attendibile, sulla percentuale di attendibilità non mi pare il caso di polemizzare, se la vedano tra scienziati"

 

"Resti chiaro che con l'ultimo paziente covid-19 dimesso si riparte con l'autonomia. C'è chi critica la nostra sanità o chi vuole centralizzarla? Domandate ai veneti se preferiscono farsi curare in un nostro ospedale o se vogliono andare a Roma"

 

CORRELATI