Maltempo, Zaia
firma lo stato di crisi
Pompieri in azione

I vigili del fuoco veronesi diretti a L'Aquila
I vigili del fuoco veronesi diretti a L'Aquila
04.08.2020

Il presidente della Regione del Veneto a dichiarare più volte lo Stato di Crisi per eccezionali avversità atmosferiche.

Lo stato di crisi è stato dichiarato, fino al termine della fase meteorologica avversa, per i danni riportati a Verona, oltre che nei territori delle province di Belluno, Rovigo, Treviso e Vicenza.

 

 

 

Gli ultimi danni hanno provocato danni soprattutto nella zona di Bassano: nella mattinata di oggi dal Comando dei Vigili del fuoco di Verona una squadra, composta di 6 unità e 3 automezzi, è giunta sul posto per l'esondazione del torrente Muson; sono state inviate quattro unità per il soccorso acquatico per raggiungere alcune persone ancora bloccate nelle abitazioni e 3 mezzi per movimento terra necessari per liberare alcune arterie ed agevolare i soccorsi.

 

Da Verona è partita inoltre una squadra AIB (antincendio boschivo), composta da 4 automezzi e 5 unità, che ha completato la colonna mobile regionale del Veneto e si è recata a L'Aquila per fronteggiare le fiamme che stanno divorando i boschi del centro Italia. 

 

CORRELATI