Tezenis, c'è la A
in ballo. E può
tornare Vicenzi

Gianluigi Pedrollo e Giuseppe Vicenzi FOTOEXPRESSIn casa Tezenis si sogna il ritorno in serie A FOTOEXPRESS
Gianluigi Pedrollo e Giuseppe Vicenzi FOTOEXPRESSIn casa Tezenis si sogna il ritorno in serie A FOTOEXPRESS
Simone Antolini18.06.2020

Il telefono squilla. Ed è già un buon segno per tenere vivo il sogno serie A. La Scaligera potrebbe trovare sulla sua strada due partner “clamorosi“.

Uno arriva dal passato. Si tratta di Giuseppe Vicenzi, l’uomo dei trionfi della Scaligera. Indimenticato protagonista di un’epoca aurea. Compagno di viaggio anche della famiglia Pedrollo nella loro avventura alla guida della Tezenis.

Tra i due capitani d’industria ci sarebbe stato un primo contatto. Vicenzi, per il basket veronese, è nome pesantissimo. C’è da capire adesso cosa potrà realmente accadere. E se questa prima indiscrezione troverà nuove conferme. Ma spunta anche un altro nome di peso: il Banco BPM, gruppo bancario italiano presente in tutta Italia, con forte radicamento anche nel territorio Veneto. Premesse molto interessanti. Coordinate da svelare in corsa. Pure l’ipotesi di un imprecisato fondo svizzero.

 

Un passo indietro, per capire: la LegaBasket ha chiesto alla Tezenis di prendere in considerazione l’idea di prendere parte al prossimo campionato di serie A. «Chiamata che ci ha lusingato» ammette il presidente della Scaligera Gianluigi Pedrollo. «Ci siamo esaltati. Ma io sono tipo pratico. Dopo l’esaltazione, servono i fatti. Il richiamo della serie A ci affascina, ma servono soldi, serve un aiuto importante. Mi sono speso in tante telefonate. I riscontri positivi non sono mancati, e sono arrivati contatti di assoluto rilievo. Abbiamo ancora tempo. Anche se dobbiamo tenere pure conto del momento particolare, ci proveremo». 

 

L'approfondimento sul giornale in edicola oggi, giovedì 18 giugno