Tezenis, la difesa resta al top Ma quanto manca Hasbrouck

Capitan Mitch Poletti è quinto nella classifica dei tiri liberi del campionato FOTOEXPRESSKenny Hasbrouck
Capitan Mitch Poletti è quinto nella classifica dei tiri liberi del campionato FOTOEXPRESSKenny Hasbrouck
Anna Perlini 13.11.2019

Il primo posto in classifica della Tezenis, sia pure in coabitazione con Ravenna e Ferrara che hanno capitalizzato il ko casalingo con Piacenza, viene confermato anche dalla... regina della statistiche. Verona, infatti, è prima nella valutazione difensiva (500 in 7 partite) e seconda assoluta in quella offensiva: 661, preceduta solo da Ferrara (677). La difesa gialloblù si conferma la migliore del girone: 491 punti subiti, pari a una media di 70,1 a partita. Questi 70 punti concessi che tuttavia non sono stati sufficienti per battere l’Assigeco; Piacenza ha messo i ceppi alla Scaligera, 65 punti anche (ma non solo) per colpa del 9/18 ai liberi. Proprio quel misero 50 per cento dalla lunetta nell’ultima partita ha fatto scendere la Tezenis la terzo posto assoluto (106/142) con il 75 per cento, dietro la stessa Piacenza e Udine. Prima dell’ultima gara Verona era la migliore con il 78,2 per cento. Le statistiche difensive certificano che i giganti gialloblù concedono meno tiri da 2 di tutti e costringono gli attacchi avversari alla peggiore percentuale dalla grande distanza: 28 per cento con 50/181. La Tezenis è anche la squadra che subisce meno tiri liberi (112 tentati dagli avversari). In attacco Poletti e compagni sono al primo posto nelle triple (64/166, pari al 39 per cento) mentre spicca il record di Piacenza che, con ben 200 tentativi, è la squadra che si affida più di ogni altra al tiro dalla grande distanza, Ferguson docet! Finora solo Forlì ha perso meno palle della Tezenis (75 contro 76), secondo nei recuperi con 53. Il gruppo gialloblù continua a comandare la classifica degli assist (127, con una media di oltre 18 a partita), grazie alle mani d’oro di Rosselli e Love, che sono piazzati al quarto e quinto posto nella graduatoria individuale, con una media di oltre 5 passaggi decisivi per gara. Il giocatore più utilizzato da Luca Dalmonte è Severini: resta in campo 31,3 minuti, 18esimo assoluto nella classifica. Poi c’è Candussi con 27,3 minuti di impiego. Curiosamente nella Top 20 del minutaggio ci sono quattro giocatori di Piacenza (Ferguson, Hall, Santiangeli e Gasparin) a conferma del fatto che nell’ultima partita coach Ceccarelli ha spremuto il più possibile il quintetto base. L’assenza di Kenny Hasbrouck si fa sentire anche perché l’americano è il top scorer della Tezenis con 15,6 punti di media, seguito da Candussi che fattura 14,6 punti a ogni allacciata di scarpe, secondo italiano del girone, preceduto di un solo punto dal casertano Giuri. La Tezenis piazza quattro giocatori (con Love, Rosselli e Poletti) in doppia cifra, con Udom a 9,6 punti di media. Il fiorentino resta il miglior rimbalzista (8 catturati a partita, ottavo assoluto). La coppia Usa gialloblù è sul podio delle palle recuperate (2,2 ciascuno, terzi in classifica) mentre Jermaine Love e Guido Rosselli sono i miglioro gialloblù nella valutazione con una media di 16,6. Giovanni Severini è il secondo miglior tiratore da tre: 15/30, un 50 per cento secco condiviso con Parrillo di Orzinuovi ma il cecchino assoluto con il 52,6 è Baldasso di Imola, che la Tezenis affronterà domenica prossima. Infine il capitano Mitch Poletti tiene alti i colori veronesi dalla lunetta: quinto assoluto sfiorando l’87 per cento (20/23) nella classifica guidata dall’ex gialloblù Panni, che con Ferrara ha sbagliato un solo tiro libero in queste prime sette giornate. •