Il giorno di Juric
«Sarei venuto
anche in serie B»

02.07.2019

Hellas Verona, si presenta Ivan Juric, l'allenatore scelto da Maurizio Setti per cercare la salvezza in Serie A dopo la promozione centrata con Alfredo Aglietti.

 

LE PAROLE DI JURIC

-Ero pronto per il Verona già dall'esonero di Grosso. Sarei venuto anche in B, è andata bene. 

-Giocherò con la difesa a tre. In attacco dipende: se avrò due punte forti giocherò con due punte, altrimenti una punta centrale e due esterni

-Devo tanto a Gasperini, il mio è un calcio propositivo, aggressivo, senza possesso esagerato

-Se facciamo una bella stagione e ci salviamo, poi possono aprirsi prospettive interessanti

-Bessa, con Pazzini, è uno dei pochi che ha dimostrato di poter giocare in Serie A: per me è uno dei giocatori che dovrebbero rimanere

-Siamo concentrati nel cercare difensori, ce ne mancano diversi. Vogliamo fare una squadra su gente che ha la gamba per stare in Serie A e puntare sulle motivazioni di chi ha vinto il campionato

-Pazzini titolare? Vedrò nel corso degli allenamenti. Cerchiamo qualcosa anche in attacco

-Aglietti ha portato aria nuova e dopo Cittadella è tornato a fare quello faceva Grosso con più verticalizzazioni. Quando ha vinto temevo non mi chiamassero: sinceramente si è meritato la A perché ha fatto un grandissimo lavoro

 

Dal 10 luglio l'Hellas sarà in ritiro a Primiero San Martino di Castrozza

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >