Hellas bello e tenace: ribalta
il Genoa e vola in classifica

Riccardo Verzè12.01.2020

Diciannovesima giornata di Serie A: il Verona dà seguito al successo di Ferrara e, dopo le sconfitte di Brescia e Spal, allunga sulla zona calda. Anzi, con una gara in meno da giocare, si riporta nella parte sinistra della classifica a quota 25, raggiungendo il Milan e superando il Napoli.

 

LA PARTITA

Di fronte c'è il Genoa. Juric, a lungo in rossoblù, sorprende in attacco: con Pazzini a mezzo servizio, ci si attendeva dal primo minuto uno fra Di Carmine e Stepinski. Invece la prima punta è Valerio Verre, solitamente schierato come centrocampista offensivo.

L'inizio della partita slitta di 15 minuti: le righe dell'area sono storte.

 

 

Il Verona parte forte e Perin per tre volte salva i rossoblù (incredibile la parata su una meravigliosa sforbiciata di Pessina). A passare però sono gli ospiti, con Sanabria che anticipa Gunter e batte Silvestri.

Nella ripresa l'Hellas spinge. Al 54esimo Zaccagni si guadagna un rigore che Verre trasforma di potenza e dieci minuti più tardi lo stesso Zaccagni ribatte in rete l'ennesimo salvataggio di Perin su Rrahmani.

Poi è accademia gialloblù: Bentegodi in estasi, classifica da sogno e domenica prossima (ore 15) si va a Bologna.

 

Finale: Verona-Genoa 2-1 (40' Sanabria, 54' Verre su rigore, 65' Zaccagni)

 

La cronaca del secondo tempo

65' GOL DEL VERONA! Rrahmani entra in area e trova ancora una volta la respinta di Perin, ma stavolta c'è Zaccagni a ribattere in rete 

63' Zaccagni liberato in area, Perin para sul proprio palo

61' Faraoni a pochi passi da Perin non trova la deviazione vincente di testa

54' GOL DEL VERONA! Zaccagni atterrato in area, dal dischetto Verre batte Perin calciando potente sotto la traversa

 

La cronaca del primo tempo

40' GOL DEL GENOA Palla dalla sinistra, Sanabria anticipa Gunter sul primo palo e batte Silvestri

33' Rrahmani la mette di testa sotto la traversa, Perin ancora una volta salva i suoi

27' Meravigliosa azione dell'Hellas sull'asse Amrabat-Pessina, incredibile salvataggio di Perin che vola a respingere

22' Perde palla Amrabat, Andersen calcia debolmente dal limite

15' Grazie lancio di Veloso per Lazovic, che si accentra in area e trova l'ottima respinta di Perin

11' Rrahmani lascia scorrere il pallone ma non si accorge di Sanabria alle sue spalle: riesce però a rientrare sulla punta che si allarga e non trova la porta

5' Sanabria, disturbato da Kumbulla, calcia debolmente a pochi passi da Silvestri, che para agevolmente

3' Il primo ammonito del match è Rrahmani per un fallo su Pandev

 

Le formazioni ufficiali

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Faraoni, Amrabat (89' Badu), Veloso, Lazovic; Pessina, Zaccagni (87' Pazzini); Verre (93' Dawidowicz).

A disposizione: Berardi, Radunovic, Vitale, Badu, Stepinski, Di Carmine,  Bocchetti, Danzi, Wesley, Adjapong.

All.: Juric.

 

GENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Romero, Criscito; Ankersen, Cassata, Schone (52' Behrami), Sturaro, Barreca; Pandev (58' Favilli), Sanabria (75' Agudelo).

A disposizione: Marchetti, Radu, Goldaniga, El Yamiq, Jagiello, Ghiglione, Radovanovic, Destro, Pajac.

All.: Nicola.

 

Arbitro: Maurizio Mariani (Sez. AIA Aprilia). Assistenti: Daniele Bindoni (Sez. AIA Venezia), Damiano Di Iorio (Sez. AIA Vco).

 

Il riscaldamento di Amrabat (Fotoexpress)

CORRELATI