D'Amico: «Colpa
mia e del mister
Ma combattiamo»

Tony D'Amico (Fotoexpress)
Tony D'Amico (Fotoexpress)
10.02.2019

Dopo il pareggio contro il Crotone, non si è presentato in sala stampa mister Grosso, ma il ds Tony D'Amico

«Alla squadra non posso dire nulla», ha detto, «Si subiscono due tiri in porta e si prende gol, tu ne fai 15 e la palla entra una sola volta. E nel primo tempo abbiamo sbagliato due reti davanti alla porta». 

Su Grosso nessuna decisione per ora: «Con il presidente parleremo domani, stasera abbiamo parlato della partita, dobbiamo ancora confrontarci. Io e Grosso comunque siamo sempre sotto osservazione e le colpe sono nostre».

Ma, dice, il Verona continuerà a lottare «contro tutto e tutti, fino alla fine».

Infine il commento sugli striscioni in Sud che lo contestavano per essere salito a parlare su un pullman di tifosi: «Sono salito sul pullman di un club, di gente che paga, e sono stato contestato per quello. Noi accettiamo tutte le critiche, ma quelle corrette e oneste».

 

 

CORRELATI
Primo Piano
 
In manette con l'accusa di estorsione

Raggira un uomo
e poi lo minaccia
Giovane arrestato

Condividi la Notizia
 
L'intervento della polizia dopo l'ultima rissa

Golosine, sigilli
per due mesi
al negozio etnico

Condividi la Notizia
 
Un 64enne, in stato confusionale, sul monte Crocetta

«Torno tra poco»
e poi scompare
Trovato dai soccorsi

Condividi la Notizia