Un nuovo mandato per Provoli e Grison
Quarella batte Cadura: è il nuovo sindaco

Roberto Grison, Davide Quarella e Giampaolo Provoli
Roberto Grison, Davide Quarella e Giampaolo Provoli
Camilla Madinelli e Paola Dalli Cani09.06.2019

Sono tre i comuni veronesi che oggi tornano alle urne per scegliere il sindaco: Negrar, San Bonifacio e Pescantina. Si confermano alla guida dei propri paesi sia Giampaolo Provoli (San Bonifacio) che Roberto Grison (Negrar), mentre viene sconfitto ampiamente Luigi Cadura a Pescantina che incorona il nuovo sindaco Davide Quarella.

 

Affluenza. Le urne si sono chiuse alle 23: l'affluenza a Negrar è stata del 58.32 per cento, contro il 71.56 del primo turno; a Pescantina invece la percentuale dei votanti si è fermata al 54.97 per cento (72.07 % al primo turno);  a San Bonifacio ha votato il 53.91 per cento (primo turno al 68.53%). 

Alle 19 affluenza in forte calo in tutti e tra i comuni: complessivamente una riduzione del 13% rispetto al primo turno. In particolare, a Negrar  sono andati a votare il 42,86 % degli aventi diritto contro il 56,49 del primo turno; a Pescantina ha votato il 42,23% (al primo turno il 55,33); a San Bonifacio ha votato il 40.51% contro il 54.65 % del primo turno.

 

NEGRAR. Cittadini negraresi alle urne, oggi, per eleggere il sindaco dei prossimi cinque anni scegliendo di riconfermare l'uscente Roberto Grison (quattro liste civiche) oppure di fare largo al leghista Marco Andreoli (sei liste di centro destra).

A mezzogiorno per il secondo turno elettorale dopo il 26 maggio si sono recati a votare nei 15 seggi di Negrar e frazioni (altri due seggi all'interno dell'ospedale Sacro Cuore Don Calabria) 2.691 elettori, il 19,18 per cento dei 14.033 aventi diritto. Il 26 maggio alle 12 era stata del 22,08%.

 

A SAN BONIFACIO affluenza in calo ma i sambonifacesi rispondono all'invito a tornare alle urne a quindici giorni dal voto del primo turno: alle 12 si erano recati ai seggi 2870 elettori, cioè il 18,46% dei 15.545 aventi diritto. Rispetto al primo turno il dato dell'affluenza registra un lieve calo (il 26 maggio alle 12 erano andati a votare il 21,06% degli aventi diritto), dato a sua volta in leggerissimo calo rispetto al 22,21% della tornata 2014, anche in quella occasione approdata al ballottaggio.

La giornata di voto si sta svolgendo tranquillamente in tutte e 18 le sezioni approntate sul territorio comunale dove gli elettori sono chiamati a scegliere su chi, tra Giampaolo Provoli ed Emanuele Ferrarese, reggerà il Comune fino al 2024. Prossima rilevazione alle 19. Chiusura seggi alle 23 e poi via alle operazioni di scrutinio.

 

A PESCANTINA, dove si sceglie fra Quarella e Cadura, affluenza al 19,54% (alle 12 era 15 giorni fa era del 23,28%).

 

La media italiana alle 12 è di poco superiore al 16%.

 

 

 

 

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >