Ritrovato il corpo
del pescatore
disperso nel Mincio

Ricerche del giovane disperso nel Mincio
Ricerche del giovane disperso nel Mincio
Fabiana Marcolini 13.05.2019

Una settimana fa la disgrazia, ieri pomeriggio la conferma della tragedia: il corpo di Raul Cristian Lacatusu, 23 anni, originario della Romania ma ospite della zia a Valeggio, è stato ripescato nel Mincio, a Marengo di Goito.

Domenica scorsa era scomparso nelle acque del Diversivo, sulla biforcazione che divide il canale dal fiume, e le speranze di ritrovarlo vivo si sono affievolite con il passare delle ore e ieri, nell’ultimo giorno destinato alle ricerche in quel corso d’acqua che a causa delle piogge di questi giorni era diventato limaccioso, i vigili del Fuoco di Mantova lo hanno ritrovato. Per avere la conferma che si tratti di Raul si dovrà attendere il riconoscimento dei familiari.

 

Le ricerche dei sommozzatori sul Mincio

 

Nel frattempo la Procura di Mantova ha aperto un fascicolo d’indagine per l’ipotesi di omicidio colposo a carico di Ionut Gelu Macare, il trentenne che era al posto di guida della Bora, di proprietà della moglie.

Sabato sera avevano cenato e poi avevano deciso di dormire accanto alla biforcazione, per essere pronti all’alba. Sabato notte la zona è stata investita da un nubifragio, i giovani erano in auto ma all’alba la Bora Volkswagen è scivolata nel canale: era parcheggiata sulla riva e non è escluso che il terreno possa aver ceduto favorendo in tal modo lo slittamento verso l’acqua. O che l'auto per qualche motivo avesse la marcia accesa. Quattro di loro si sono salvati, Raul non ce l'ha fatta.