Lega primo partito
«Ma il Governo
non è a rischio»

Salvini con il crocefisso durante la conferenza stampa
Salvini con il crocefisso durante la conferenza stampa
27.05.2019

«A urne chiuse si può ringraziare a cuore aperto senza essere accusati di voler strumentalizzare. Ringrazio chi c’è lassù e non aiuta Salvini e la Lega, ma l’Italia e l’Europa a ritrovare radici, sicurezza e futuro. La festa dura pochi minuti perchè è il momento della responsabilità». Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, nella sede del partito in via Bellerio a Milano, commentando i risultati delle Europee, e dopo aver baciato il crocifisso di un rosario, come aveva fatto nel corso di una manifestazione elettorale in piazza Duomo.

 

 

«NESSUN REGOLAMENTO DI CONTI»

«Usiamo questi consensi non per regolamenti di conti interni: il mio avversario è la sinistra. Da domani si torna a lavorare serenamente» con gli alleati di governo. Lo dichiara Matteo Salvini, leader della Lega, in conferenza stampa a via Bellerio. 

«Abbiamo subito attacchi quotidiani vergognosi, però la vita reale è più forte degli attacchi virtuali. Non useremo questo voto per un regolamento di conti interni, il mio avversario era e rimane la sinistra. Gli alleati di governo sono amici e da domani che si torna a lavorare serenamente», ha detto ancora il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini a Milano, spiegando che «non chiederemo mezza poltrona in più in Italia».

Chiedo un’accelerazione sul programma di governo. A livello nazionale non cambia nulla»: lo ha detto il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini a Milano.