Autista di un bus pieno di studenti
lo cosparge di benzina e gli dà fuoco

L'autobus in fiamme
L'autobus in fiamme
 
20.03.2019

Un uomo è stato fermato dai carabinieri dopo che aveva versato benzina all’interno del mezzo di linea, appiccando il fuoco.

Sull’autobus, che stava percorrendo la strada provinciale 415 all’altezza di San Donato Milanese (Milano), si trovava una scolaresca formata da una cinquantina di studenti delle medie. Al momento non risultano feriti: l'uomo avrebbe fatto uscire tutti prima di innescare l'incendio. Ancora da chiarire i motivi del gesto. 

Secondo «La Stampa» l'autore sarebbe un senegalese di 46 anni che avrebbe detto di voler «vendicare i morti in mare».

Identità dell'autore confermata dal ministro dell'Interno Matteo Salvini: «Un senegalese con cittadinanza italiana al volante di uno scuolabus, con precedenti per guida in stato di ebbrezza e violenza sessuale, ha dirottato il mezzo e infine gli ha dato fuoco. È successo in provincia di Milano. L’uomo è stato arrestato. In questo momento le forze dell’ordine stanno perquisendo la sua abitazione. Voglio vederci chiaro: perché una persona con simili precedenti guidava un pullman per il trasporto di ragazzini?». 

 

AGGIORNAMENTO AVEVA LEGATO GLI STUDENTI

Stando agli elementi ricostruiti successivamente sono stati i carabinieri, avvertiti da uno dei ragazzini a bordo, ad evitare il peggio. Sono riusciti a intercettare il pullman e a bloccarlo, facendo scendere gli studenti mentre già le fiamme lo avvolgevano. 

L'uomo arrestato era anche l'autista ed era in servizio da 15 anni: avrebbe legato con delle fascette i polsi dei ragazzini, minacciandoli con un coltello. Uno degli studenti è riuscito a nascondere il cellulare e a chiamare il 112.

CORRELATI