Alvin liberato dal campo
di prigionia dell'Isis
grazie a "Le Iene" è in Italia

08.11.2019

Alvin è finalmente libero! Dopo quasi un mese di paura e trepidazione per il bimbo albanese di 11 anni, portato dalla madre nel 2014 nei territori dello Stato islamico in Siria, dove la donna voleva arruolarsi nell'Isis, è  finalmente arrivata la notizia tanto attesa: è tornato oggi in Italia.

Il piccolo, la cui madre sarebbe morta in un'esplosione, era finito poi nel campo profughi di Al Hol, a nord est della Siria, dove è stato ritrovato. Il bimbo è stato trasferito ieri sera con un volo di linea dell’Alitalia, giunto poco dopo le 7 di questa mattina all’aeroporto di Roma Fiumicino da Beirut.

 

La tragica vicenda del piccolo Alvin era stata sollevata dal programma televisivo "Le Iene", nei servizio di Luigi Pelazza.

 

«Un sentito ringraziamento va a tutte le autorità italiane e albanesi, alle organizzazioni umanitarie, a quanti hanno collaborato per questa operazione complessa, in un teatro difficile come quello siriano. Un grazie anche a quei media che hanno acceso i riflettori sulla storia del piccolo» ha detto il premier Giuseppe Conte. «Il peggio per lui è ormai alle spalle, tra poche ore sarà libero. Libero di poter vivere la sua infanzia, di poter tornare a giocare, di immaginare e costruire il proprio futuro. Senza costrizioni e lontano dalle bombe - conclude Conte - dalle guerre, dai fanatismi».

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >