Il cantautore Motta
«Musica per la fine
dei miei vent'anni»

Giulio Brusati07.08.2016

Il cantautore toscano Motta è stato ospite a L'Arena Live, la trasmissione del nostro sito dedicata ai protagonisti dello spettacolo. Autore del disco "La fine dei vent'anni", parlerà del suo tour (che ha toccato la provincia di Verona - il Goose Festival di Zevio) e della genesi delle sue canzoni.

IL CONCERTO AL GOOSE. Un concerto convincente. In una rassegna di alto livello, la migliore di Verona e provincia in ambito rock indipendente. Il cantautore Motta - sabato sera a Zevio - a conclusione della seconda giornata del Goose Festival (pubblico numeroso, applausi decisi, con molte le ragazze coinvolte davanti al palco), ha presentato le canzoni del suo disco d'esordio, "La fine dei vent'anni". "Ci siamo, ragazzi, quest'anno ne compio 30", ha sorriso l'artista toscano ("Sono livornese o pisano, a seconda di chi me lo chiede"). Le sue canzoni sono davvero mature: per andare in radio, per entrare in classifica, per farlo diventare un caso della musica italiana. Testi personali, ironici, malinconici ma soprattutto veri: una specie di Piero Ciampi che, invece delle orchestrazioni, ha scelto di immergere le proprie canzoni in un groove elettrico-elettronico, con derive africane-esotiche. Un magma sonoro in cui è bellissimo perdersi. 

 

CORRELATI