La violoncellista dell'Arena suona Bach per gli anziani nelle case di riposo

Michela Pezzani07.05.2020

Per molti anni si è dedicata al volontariato ed ora che la pandemia da Coronavirus limita la vita quotidiana, la violoncellista Stefania Tosi, musicista dell'orchestra dell'Arena di Verona, suona dalla sua casa di Negrar per gli anziani delle case di riposo che per ora non può raggiungere, e per gli operatori sanitari.

 

Tosi ha scelto la Sarabanda dalla Suite n.5 di Johann Sebastiano Bach per superare questo delicato momento collettivo: il brano infatti apre al cambiamento con largo respiro e profonda riflessione, portavoce di una intimità che coinvolge la società la quale, dopo la fase di emergenza e confinamento in casa, ora finalmente si riaffacciata al mondo esterno, seppur nei limiti stabili dal decreto governativo della fase 2 Covi 19, e vive con speranza e responsabilità il passaggio a tempi diversi da quelli che hanno drammaticamente colpito tutti.

 

"La musica come sempre ci parla- sottolinea la Tosi- e proprio questa celebre composizione bachiana rimarca con la voce umana propria del violoncello il senso della transizione e i passaggi".

CORRELATI