Tumore al cervello
Intervento miracoloso
su bimbo di 8 anni

Il primario Volpin e la sua equipe durante un intervento. ARCHIVIO
Il primario Volpin e la sua equipe durante un intervento. ARCHIVIO
Franco Pepe08.06.2020

Un bambino di Bassano (Vicenza), 8 anni, operato a Treviso per tre volte ma senza esito. Poi trasferito a Padova, dove gli specialisti oncoematologi si sono trovati senza armi terapeutiche. Un tumore a forma di stella dal nome sinistro, astrocitoma pilocitico, piantato nel punto più profondo della testa, nel terzo ventricolo, proprio sopra il mesencefalo, vicinissimo a centri vitali essenziali per la coscienza, la visione, la motilità degli arti. Una massa grossa come una pera che continua ad allargarsi. Qualche giorno ancora, il cervello si sarebbe gonfiato, poi il coma, e il piccolo non avrebbe avuto scampo. Lo salva il primario di neurochirurgia del San Bortolo, Lorenzo Volpin, con un nuovo prodigioso intervento.

 

Nove ore in sala operatoria, il tumore viene asportato. Come riporta Il Giornale di Vicenza,  il piccolo si sveglia bene, integro, pieno di vitalità. «I genitori si sono fidati del mio progetto - spiega Volpin -. Era un intervento davvero molto difficile. Il tumore come mostra la risonanza è stato estirpato in modo radicale. Ora il piccolo verrà controllato periodicamente, ma le probabilità di una guarigione definitiva sono alte».