E il prof. Scalcagnato
fa lezione in mutande

La Posta della Olga
La Posta della Olga
Silvino Gonzato29.05.2020

Da quando, a causa delle scuole chiuse per il coronavirus, sono partite le videolezioni - scrive la Olga - il professor Scalcagnato è cambiato come dal giorno alla notte. È così diverso dall'uomo sempre ingrugnà che conoscevo. L'ho incontrato di buonora mentre usciva dal pistór col scartosséto del pan. «Professor - gli dico - bisognarìa sonàr le campane parché oggi el me par contento». «Voréssela 'na roseta? - mi fa lui - Ghe n'ò tolta una in più». Le rispondo che sia io che il mio Gino abbiamo rinunciato al pane perché la quarantena la n'à slargà. «Ma el me diga, come mai 'sta contentessa?». E mi racconta che con le lezioni a distanza si diverte. «Vedo i me alùni sul schermo del picì e no ocór gnanca che me méta le braghe parché lori i me vede solo la parte sora. Me infilo 'na camìsa, me pèteno, ma soto son in mudànde e savate». «No'l me diga che l'è contento solo parché el fa lessión in mudande». «No - mi risponde - l'è anca 'na bela esperiensa. Me mancava i me buteléti e le me buteléte e adesso i vedo tutti i giorni. Iè bei tondi, segno che ià magnà de gusto quando ghe tocava restàr serà in casa. G'ò rivisto anca el cìcio del l'ultimo banco che a scola el me metéa l'Atak su la carega e i panaròti ne le scarsèle de la giachéta. Fiól de un can, adesso ch'el vedo a distansa el me par un santo». Dico al professor Scalcagnato che se in una famiglia con una casa piccola ci sono due figli che seguono le lezioni in video più papà o mamma, o entrambi, che fanno lo smart uòrking dev'essere un casìn mia da schèrso. «Un casìn, come la dise éla, e infati sento dei papà che i ostia parché no i riésse a concentràrse sul laóro. Ma l'è anca belo entràr ne le faméie e sentìr 'na mare o 'na nòna che spignata o qualchedùn che el tira l'acqua del cesso. Insoma, l'è un altro modo de far scola, più umano, dirìa quasi». Gli faccio presente che qualcuno el stòrze el naso perché sostiene che manca l'elemento sociale e aggregante della scuola. «Se l'è par quela - mi risponde - manca anca le spusse parché el cìcio el tirava sèrte canonade... Quele no iera né un elemento sociale né tanto meno aggregante. A proposito, èla sicura, Olga, che no la vol 'na roséta?». «No, gràssie». E si è allontanato fischiettando la Traviata. • © RIPRODUZIONE RISERVATA