Al Giro d'Italia
solo bollicine
del Veneto

10.04.2017

Per il sesto anno consecutivo il Giro d’Italia brinderà ai vincitori di tappa e alla maglia rosa con le bollicine del Veneto. La prima delle «bottiglie del trionfo», con immancabile etichetta rosa, è stata stappata oggi al Vinitaly, nello stand dell’azienda Astoria che la produce, alla presenza del presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, del direttore del Giro Mauro Vegni, dei titolari di Astoria Paolo e Giorgio Polegato, di campioni del passato come Vittorio Adorni, Gianni Motta e Dino Zandegù, e di un grande uomo della cultura veneta come Mauro Corona.

 

«Quest’anno - ha detto Zaia - il Giro d’Italia si deciderà in Veneto, all’arrivo della tappa ad Asiago. Chi sarà in maglia rosa lassù, avrà vinto il Giro, perchè dopo ci sarà solo la kermesse conclusiva. E non poteva essere diversamente, perchè il pressing che abbiamo fatto su Vegni è stato asfissiante: dell’attenzione che ci ha riservato voglio ringraziare di cuore lui e tutto il suo staff».

 

«Il Veneto - ha aggiunto il governatore - è la capitale italiana del vino e un vino veneto sarà l’abbinamento ideale per una delle manifestazioni sportive più famose e amate d’Italia e del mondo come la corsa rosa». «Le bottiglie con cui brinderanno i vincitori - ha concluso Zaia - sono preziose, perché non costituiscono il risultato di un’iniziativa estemporanea, ma di decenni di lavoro, iniziato dai nostri produttori quando quelle bollicine non significavano oro ma fatica».

CORRELATI