Sapori d’autunno
I 12 cibi alleati
del buonumore

Prodotti tipici delle tavole d’autunno
Prodotti tipici delle tavole d’autunno
12.10.2018

Dal latte alle mandorle, passando per il tonno e le banane. Arriva la mini guida con i 12 alimenti alleati del buonumore messo a rischio dal cambio di stagione. Un periodo che può procurare a molti mancanza di energia, spossatezza, sonnolenza, malinconia e riduzione della produttività. Ben venga quindi una dieta che contenga «i cibi utili», ossia ricchi di vitamine del gruppo B, ferro, zinco, potassio e magnesio. «Esiste una stretta relazione tra cibo e umore e determinati alimenti hanno un forte potere riequilibrante», commenta Michelangelo Giampietro, medico specialista in Scienza dell’Alimentazione e in Medicina dello Sport, «i cibi giusti sono quelli ricchi di specifici micronutrienti». Il latte, come tutti i latticini contribuisce ad attenuare insonnia e nervosismo. La frutta secca è ricca di magnesio, vero scudo contro la stanchezza fisica e mentale. L’uva è un toccasana per l’umore, ricca di vitamina D, vitamina E, zinco e Omega 3. La pasta è ricca di triptofano, precursore della serotonina, l’ormone che regola l’umore. Le banane, ricche di potassio e magnesio, contengono anche il cromo, una sostanza che aiuta a regolare la serotonina. Salmone e tonno sono ricchi di Omega 3, acidi grassi essenziali che vanno ad agire sulla serotonina; anche nelle conserve in scatola, sono un vero antidepressivo naturale che va a regolare gli sbalzi d'umore. La carne di pollo è ricca di proteine, con pochi grassi e grazie alla vitamina B6 contrasta malumore e stanchezza. La bresaola della Valtellina Igp ha proteine, vitamine del gruppo B e sali minerali ed è povera di grassi (2 g per 100 g di prodotto) ed è una buona fonte di triptofano. Il cioccolato è un ottimo cibo antidepressivo e aiuta a ridurre lo stress. L’avena contiene zinco utile a contrastare la fatica e la perdita di energia. Il miele ha proprietà antibatteriche e cicatrizzanti e favorisce la calma. Le lenticchie, infine, sono versatili e nutrienti, con ferro, potassio e fosforo. Un consiglio, inoltre, per scegliere tra i prodotti di stagione? Ottima per aprire la giornata è l’uva che grazie ad acido fosforico e silicio, è indicata anche come ricostituente del sistema nervoso per allontanare la tristezza stagionale. La mela per il break combatte la stanchezza e l'inappetenza, tipiche del periodo. Le castagne riforniscono energia, re-mineralizzano l’organismo e contrastano la fatica. Leggerissima per la cena è la zucca, miniera di carotenoidi che si trasformano poi in vitamina A, indispensabile per la salute di pelle, occhi, ossa e denti; ricca di potassio, inoltre, migliora il funzionamento degli scambi nervosi e del muscolo cardiaco. Ottimo digestivo, infine, il radicchio. Se come spesso capita, l’autunno vede il riacutizzarsi di gastriti e dispepsie, il radicchio rosso si rivela un aiuto formidabile: contiene sostanze amare che stimolano naturalmente i processi digestivi, e migliorano la funzionalità del fegato.