Notte bianca con tanti sport Castello aperto per provarli

Danzatrici in una passata edizione della Notte bianca FOTO PECORA
Danzatrici in una passata edizione della Notte bianca FOTO PECORA
Maria Vittoria Adami 29.08.2018

Castello aperto a tutti gli sport, visite guidate gratuite a palazzo Bottagisio e bus navetta dai parcheggi periferici al centro già dalle 17. Sono le novità con le quali Villafranca si prepara sabato all’undicesima Notte bianca. E sarà una notte bianca dello sport: una quindicina di associazioni sportive all’interno del castello inviteranno i visitatori a tornei e prove di pallavolo, pallacanestro, tennis, arti marziali, yoga, baseball, pesistica. Il prato sarà diviso in quattro quadranti ciascuno dei quali conterrà campi di gioco e spazi per i gruppi. La polisportiva San Giorgio organizzerà tornei di volley tra i suoi atleti, ma proporrà anche tiri al canestro e prove di Gioca allo sport per i più piccoli; negli altri quadranti bambini e adulti si cimenteranno in prove di Aikido, Ju jitsu, kickboxing, baseball e in sedute di yoga e di ginnastica della salute. Ci saranno anche partite sui minicampi di tennis under 10 e prove degli atleti della pesistica tra i più bravi a livello nazionale. Corso Vittorio Emanuele II, corso Garibaldi e via Pace ospiteranno la vera festa con intrattenimenti musicali e spettacoli proposti da bar, ristoranti, associazioni villafranchesi e negozi aperti fino a mezzanotte per lo Shopping dello sbarazzo, un fuori tutto della merce estiva a prezzo di saldo. Due le offerte culturali, annunciate dall’assessore delegato Claudia Barbera. Palazzo Bottagisio sarà aperto e Lucia Girelli e Nazario Barone proporranno dalle 18 alle 22 visite guidate alla sala del Trattato e alle stanze del museo del Risorgimento. Alla cantoria del castello FerrarinArte, in collaborazione con Auser, aprirà la mostra «Io ti vedo così: Villafranca attraverso l’arte» dedicata alla città con opere di diversi artisti che, secondo le loro tecniche, hanno ritratto Villafranca nel corso del tempo, come la pittrice Alice Pavanato (Reggio Emilia 1902-Villafranca 2001) e il fotografo Renato Begnoni. Nelle stanze del castello in galleria, inoltre, l’associazione «Leggere insieme ancora» proporrà letture ad alta voce dalle 20 alle 22. All’auditorium, Ludicamente, dalle 20, dà appuntamento a giovani e adulti con i giochi da tavolo e di ruolo. Garantiti anche quest’anno sia il Pit stop per le mamme che devono allattare e cambiare il loro bambino, sia lo stand del Serd per il progetto «Se bevo non guido». In piazza Giovanni XXIII si inaugurerà il nuovo palco con la serata conclusiva del concorso dell’estate per giovani band: Invasioni sonore. Tra gli esercizi commerciali c’è chi esporrà veicoli d’epoca, chi proporrà tatuaggi di glitter al polso, chi spettacoli di cucina o esibizioni di danza. «La Notte bianca è un evento che Villafranca sente suo, una festa di chiusura della stagione estiva», spiega il sindaco Roberto Dall’Oca. «Ci apprestiamo ad accogliere tante persone e famiglie». «La Notte bianca dello sport sarà l’evento nell’evento», continua Luca Zamperini assessore allo sport. «Abbiamo avuto poco tempo, con il cambio di amministrazione, per organizzare ma siamo riusciti a introdurre alcune novità perché la serata ha appetibilità in provincia. Le nuove normative ci hanno imposto numeri imponenti dal punto di vista della sicurezza». E c’è un risvolto economico: «Le attività coinvolte creano un indotto di un milione di euro in una sola notte tra negozi, bar e ristoranti», dice Riccardo Maraia, assessore al commercio. «Siamo andati incontro alle esigenze dei negozianti che avevano chiesto di anticipare il bus navetta, visto che dalla mattina il centro sarà chiuso alle auto per gli allestimenti». Le navette partiranno dai parcheggi periferici della città dove si potrà lasciare l’auto. Al termine della nottata entrerà in servizio Amia per la pulizia. •