Est
Vai a
Vai a

La biblioteca ricomincia
da maratone di letture

Antonia Arslan
Antonia Arslan (BATCH)
12.09.2017

Autrice d’eccezione a Villafranca. Venerdì 22 settembre sarà ospite della biblioteca Antonia Arslan, scrittrice veneta di origini armene. L’autrice de La masseria delle allodole, drammatico scorcio sul genocidio armeno per mano dei turchi del 1915, presenterà, alle 17.30, il suo ultimo volume Lettera a una ragazza in Turchia, affresco femminile contemporaneo e messaggio alle giovani generazioni perché sappiano e perché non dimentichino cosa è stato e cosa è nato dall’odio e dalla violenza. È un invito ad «avere un coraggio nuovo», al non tornare «indietro a tempi lontani», ma al godere dei capelli sciolti al vento, degli abiti leggeri e della vita tra musica, amici e uguaglianza tra uomini e donne. È un continuo rimando dal secolo scorso all’attualità, un excursus tra le paure dei deboli e il coraggio di chi lottò e deve oggi lottare per la libertà, e offre un antidoto alla paura: la memoria.

L’incontro sarà un’anteprima del progetto regionale «Veneto legge», cui ha aderito la biblioteca di Villafranca coinvolgendo le scuole dalle materne alle superiori. Il 29 settembre si terrà una lunga maratona di letture che durerà tutto il giorno. In biblioteca si alterneranno alunni, insegnanti, scrittori e associazioni, genitori e cittadini, nella lettura di libri, suddivisi per fasce d’età. L’elenco proposto dalla Regione spazia dalla prosa alla poesia, richiamando grandi classici, ma soprattutto autori veneti che hanno lasciato il segno nella storia della letteratura, da Buzzati a Rigoni Stern. Per le scuole superiori, i ragazzi del Circolo Firmino del liceo Medi hanno scelto Morte a Venezia, di Thomas Mann, accompagnando le letture a intervalli musicali. Bolisani e Anti sono andati sul volume dell’insegnante veronese Massimo Caleffi, Le sterline del diavolo. Fuga da Salò, ambientato nella Verona occupata dai nazisti, e di Rosanna Mutinelli autrice di All’ombra di Mastino, romanzo storico che intreccia i grandi eventi con il piccolo vissuto tramite la figura di un cavaliere ghibellino al seguito di Mastino I. Tra gli scrittori coinvolti anche Massimo Bertaiola con il suo Il contrario dell’oceano, che sprona a credere che la vita sia anche passione per qualcosa, valori e amicizia, e non solo lavoro, denaro e routine.

Per i più piccoli Ana Gutierrez, dell’associazione «Leggere ancora insieme», con Simonetta Taurino, proporrà letture animate spronando i genitori a continuare sempre a leggere con i figli, sapendo cosa leggono e confrontandosi sulle letture. Le scuole elementari Gaetano Bellotti parteciperanno con una prima e una quinta, e ci saranno classi delle medie Cavalchini Moro che sceglieranno di focalizzarsi sul libro piaciuto maggiormente durante le vacanze. Dossobuono ha scelto invece Irene e la conchiglia, di Alessandra Soligoni per le elementari e Kaspar, il bravo soldato, di Emanuela Da Ros per le medie.

La sessione per i gruppi spontanei di lettori sarà dalle 15.30 alle 17, mentre alla sera letture aperte dalle 20 alle 23.

La maratona dei gruppi spontanei sarà seguita da Serafina Martorana, coordinatrice del Circolo dei lettori della biblioteca, mentre la scrittrice Elena Pigozzi intratterrà il pubblico serale. Sarà presente anche Augusta Celada, ispettrice dell’Ufficio scolastico regionale.

«L’iniziativa dà centralità alla lettura che rende persone migliori per sé e per la società», spiega Rosetta Rizzini, del comitato della biblioteca. «È integrata con un viaggio il 6 ottobre all’antica biblioteca dell’abbazia di Praglia». «Speriamo che l’iniziativa», aggiunge Maria Cordioli, assessore alla cultura, «lasci un segno per le generazioni giovani, «sentiamo percentuali scoraggianti sul popolo della lettura, ma le attività della nostra biblioteca fanno ben sperare in senso contrario».M.V.A.

Condividi la notizia