Pittura del corpo per tre giorni a Forette

V.L.12.08.2018

Il body painting, la pittura del corpo, concede il tris. La manifestazione, organizzata da Marco Tosi, torna alla sagra di San Rocco, in programma da martedì a domenica a Forette, dopo il successo ottenuto nella passata edizione. Ma le esibizioni di body e face painting quest’anno si spalmeranno su tre giornate e non più su una soltanto: il 15, 16 e 18 agosto. L’appuntamento sarà alle 20 in piazza Unità d’Italia dove si potranno osservare (ed ammirare) 11 artiste e modelle cimentarsi in quest’arte antichissima. Le artiste di body e face painting sono: Anna Penazzo di Verona, Annachiara Pierini di Abano Terme, Elena Vanzo di Belfiore, Monica Baldo di Badia Polesine (Rovigo), Sara Granato di Vago di Lavagno (Verona). Le modelle, invece, sono: Alessa Tosi e Michela Venturi di Forette di Vigasio, Sofia Candeo di Abano Terme, Silvia Gaio di Vicenza, Alessa Romeo di Vago, Giada Trivellato di Arcole (Verona). La pittura del corpo o pittura corporale (conosciuta anche come body painting o dermocromia) è una delle arti del corpo che consiste nel dipingere il corpo umano a scopo ornamentale. Anticamente, la pittura del corpo veniva utilizzata per scopi religiosi, rituali, propiziatori o apotropaici nonché protettivi, dato che, secondo alcuni autori, il colore teneva lontani gli insetti e formava uno strato protettivo contro le intemperie. I colori con cui la pittura viene eseguita, a differenza di quelli dei tatuaggi, hanno durata limitata e il tempo di permanenza di questi ultimi sui corpi varia da qualche ora a qualche giorno. •