Minori messi alla prova dal Comune Tre settimane di campus e lavori

Alessandro Foroni 04.08.2018

Mettere alla prova per tre settimane, con lavori di pubblica utilità, un gruppo di ragazzi minorenni anche per sviluppare le loro competenze sociali e relazionali. È questo il fulcro del primo Campus educativo esperienziale, promosso dall’assessorato alle Politiche sociali e dall’Ulss 9 Scaligera e appena conclusosi. I ragazzi hanno così svolto diversi lavori di manutenzione in tre aree verdi comunali (in via Aldo Moro, vicolo Po e vicolo Belluno), sistemando panchine e altalene che erano rovinate. Inoltre hanno ridipinto la ringhiera dello Spazio 99, aggiustando la porta d’ingresso e creando un’insegna per rendere la struttura, che si rivolge a varie fasce d’età, più riconoscibile. Infine, hanno pulito le panchine dietro la biblioteca che erano state imbrattate. I ragazzi selezionati, provenienti dalle scuole secondarie di primo e secondo grado di Valeggio, sono stati accompagnati da un educatore-tutor, che ha valutato il raggiungimento degli obiettivi attraverso parametri quali la puntualità (la firma del cartellino), la continuità, l’osservanza delle regole e il completamento dei compiti assegnati. «Questo progetto», afferma Marco Dal Forno, assessore alle Politiche sociali, «pensato soprattutto per ragazzi a rischio di dispersione scolastica o di devianza, con una borsa lavoro di 120 euro (come contributo alla famiglia) per ogni partecipante, ha messo in luce l’energia e la vitalità di questi ragazzi, la cui autostima è accresciuta». •