A Lugagnano
si rivivono
i bombardamenti

Alberto Tezza illustra il museo
Alberto Tezza illustra il museo
 
12.10.2018

È un’esperienza da fare, un percorso da vivere, soprattutto per i più giovani, quello allestito al Forte Prinz Rudolph di Lugagnano dall’associazione culturale “Vivere la storia” che sabato 13 alle 10 inaugura il nuovo museo «La seconda guerra mondiale a Verona». A quello che si trova in tanti musei dedicati alla storia (cartografie, cimeli, foto), Vivere la storia aggiunge diorami in grandezza naturale, ma sopratutto effetti sorprendenti come quello di star seduti nella carlinga di un bombardiere B17 e assistere a un bombardamento dal cielo, mentre nella stanza successiva si vivrà la stessa esperienza dall’altra parte, quella di chi subisce il bombardamento stando in un rifugio antiaereo.

 

Due esperienze che hanno segnato profondamente chi le ha già sperimentate, per gli effetti realistici che file audio originali e immagini riescono a rendere, emozionando in maniera ben diversa da quando si assiste a un film. Alberto Tezza, presidente di Vivere la storia, ci accompagna nella visita al museo, rimarcando che l’obiettivo dell’iniziativa è di produrre un’offerta formativa per il nostro territorio, sopratutto per i giovani studenti e i loro insegnanti, che possono trovare nel museo un valido sussidio alle lezioni in classe per avere la necessaria chiarezza dei fatti toccando con mano oggetti, uniformi, carte e tutto quanto possa richiamare quel mondo e quegli anni.

 

 

CORRELATI