Le contrade si contendono il Palio

Due contradaioli della Rossa
Due contradaioli della Rossa
L.Q.01.09.2018

Per le otto contrade del paese, ciascuna con un colore diverso, ritorna a Caselle il Palio del Santissimo Redentore (al quale è dedicata la parrocchiale inaugurata il 6 agosto 1911). È l’edizione numero 14. Ci sono la Bianca, la Rosa, la Gialla, l’Arancione, la Verde, la Blu, la Rossa, l’Arancione (campione nel 2016) e la campione uscente l’Azzurra. A tal proposito le vie del paese sono già riempite di tanti colori con nastri, fiori e ogni cosa che richiama il colore della propria contrada, perché anche questo conta nel punteggio finale per la vittoria. Come precisano Paolo Panzarini e Bruno Napolitano, rispettivamente presidente e vice del Comitato Palio della popolosa frazione capace di organizzare simile manifestazione (nel capoluogo una cosa simile sarebbe inconcepibile), «ad ogni contrada fanno capo 40 atleti di età diversa dai ragazzini ai nonni, ed è questa una delle formule vincenti di questo Palio, oltre alla voglia che ognuno ha di socializzare con il vicino, e di questo il Palio ne è esempio. E ancora anche una buona dose di competitività per i colori della propria contrada, che permette di confrontarsi con altri colori, ma di fare le amicizie giuste, perché vissute all’ombra del campanile». L’appuntamento alle 15 di domani al campo sportivo parrocchiale, dove avverrà la vera disputa del Palio 2018. Dopo l’inno di Mameli, si procederà subito con due giochi comunicati a sorpresa. Alla sfilata saranno presenti la Signoria del Palio con la sua Corte, le varie Signorie delle Contrade, le Signorie comunali. Allieteranno il tutto la banda di Dossobuono. Non resta che confidare che il meteo sia amico, perché l’entusiasmo lo mettono i casellini. Il clou di domani sarà preceduto sabato, vigilia del Palio, dalla messa delle 18,30 nella parrocchiale; seguirà una rfisottata nel campo sportivo. •