Ponte di Settimo Il Consiglio parla di sicurezza

L.C.09.09.2018

Ponti di Pescantina al centro dell’attenzione del mondo politico. Domani in Consiglio comunale, convocato per le 20.30, sarà presentata l’interpellanza del consigliere leghista Davide Pedrotti sullo stato di sicurezza dei ponti. Intanto, incassa un no secco l’ipotesi tecnica dei ponti-diga, progettata da Technital, da parte del Movimento 5 stelle. Intervengono il consigliere comunale Samuele Baietta e il consigliere regionale Manuel Brusco. «È chiaro», sostengono, «che la campagna elettorale a Pescantina è già iniziata. Ne è una prova quanto è emerso in questi giorni dalle tante dichiarazioni esternate in merito alla situazione del ponte di Settimo sul fiume Adige». E ribadiscono: «Dichiarare che la soluzione per risolvere questo problema è la realizzazione di una diga sul fiume Adige è un accostamento azzardato». E i due esponenti pentastellati spiegano: «Come Movimento 5 Stelle, già tre anni fa ci eravamo opposti a questo progetto, che comporterebbe l’ennesimo sbarramento su un fiume pubblico, com’è l’Adige, per garantire profitti a qualche privato. Chiediamo all’attuale amministrazione comunale di mettere in atto tutte le precauzioni del caso con interventi di tecnici e valutazioni sulla situazione del ponte». «Nel frattempo», aggiungono Baietta e Brusco, «abbiamo chiesto un incontro con il sindaco di Bussolengo per discuterne la problematica». Intervenire subito per riparare i danni del ponte di Settimo e per evitare eventuali rischi, è la posizione del consigliere Manuel Fornaser. «Qualora risultasse opportuno un intervento di emergenza è necessario farlo subito», precisa. «Ad aspettare le evoluzioni di un progetto privato come il ponte-diga della Technital si potrebbero prolungare troppo i tempi. L’iter per questa soluzione lo vedo molto impegnativo: troppe le cose da analizzare e, magari, nel percorso ci potrebbero essere da valutare anche soluzioni diverse da quelle presentate da Techincal. Se viene riscontrata l’esigenza si sistemi subito il ponte senza le lungaggini dei lavori per il ponte di Arcè». Richieste di chiarimenti sul tema arrivano anche dalla consigliera Vittoria Borghetti che, in un’interrogazione a risposta scritta, chiede chiarimenti precisi «riguardo all’effettiva percorribilità del ponte di Settimo e alle sue condizioni». Ogni decisione relativa al ponte, stando alle posizioni espresse dai due Comuni di Bussolengo e Pescantina, sarà comunque subordinata all’esito della annunciata verifica e dell’ispezione tecnica che è prevista nella prossima settima. •