Fumane Municipio più affiatato Il merito è del raftingFumane | Fumane

Municipio più affiatato Il merito è del rafting

Il sindaco Mirco Frapporti e i dipendenti comunali di Fumaneche hanno navigato l’Adige con i gommoni
Il sindaco Mirco Frapporti e i dipendenti comunali di Fumaneche hanno navigato l’Adige con i gommoni
Giancarla Gallo 28.07.2018

Un modo originale e simpatico per affiatare i dipendenti comunali. Per la seconda volta e a distanza di tre anni, la maggior parte dei dipendenti del municipio di Fumane hanno organizzato un’uscita rafting con il Canoa club di Pescantina. All’iniziativa ha aderito con convinzione anche il sindaco Mirco Frapporti, ripetendo l’ottima esperienza vissuta nel settembre del 2015. «Possiamo dire di aver fatto una prova di costruzione del gruppo o come tecnicamente viene definito “team building” con una valenza ludica e l’obiettivo dichiarato di rilassarci, creando una sensazione di appartenere a un team», afferma Frapporti. «Stimolare a lavorare in contesti piacevoli è un risultato ottenuto, credo. Un’esperienza comunque spontanea di quasi tutti i dipendenti comunali nella quale sono stato piacevolmente inserito». I partecipanti si sono impegnati da Volargne fino alla sede nuova del Canoa club di Pescantina in più di tre ore di pagaiate. «Comunque, come recita la pubblicizzazione del club, Gommone sull’Adige, per vivere un’esperienza divertente ed entusiasmante, immersi nella natura rigogliosa delle sponde del fiume Adige, navigando le sue acque tra rapide e correnti, in tutta sicurezza» aggiunge il sindaco. Per chiudere la gioiosa esperienza bastano le parole dell’ultima assunta nello staff comunale, Nicole Zivelonghi: «Un pomeriggio diverso dai soliti, facendo rafting con le persone con le quali di solito si lavora, viste in un ambito e con una prospettiva diversa. Obiettivo del giorno: non solo rispondere con soddisfazione all’utente, ma sopravvivere! Splendida giornata tra paesaggi suggestivi con nuovi colleghi, tanto sole e risate con un rinfrescante bagno finale in uno scivolo naturale creato dai sassi». Ovviamente occhi puntati sul tuffo da sopra l’albero, fatto con giubbino di sicurezza, dal sindaco Frapporti. •