Un milione e 300mila euro per finanziare attività in quota

L’ultima propaggine della Lessinia a Sant’Anna d’Alfaedo e sullo sfondo il monte Baldo
L’ultima propaggine della Lessinia a Sant’Anna d’Alfaedo e sullo sfondo il monte Baldo
Vittorio Zambaldo 13.06.2018

Sono stati aperti, con la pubblicazione dell’1 giugno sul bollettino ufficiale della Regione, i termini per la presentazione delle domande di aiuto per sei bandi pubblici previsti dal Piano di sviluppo locale 2014-2020 del Gruppo di azione locale Baldo-Lessinia «In.S.I.E.M.& 2020», iniziativa a sostegno delle imprese e dell’economia montana locale. Ne sono interessate le aziende di 39 Comuni veronesi compresi nella fascia che si estende dalle sponde del Lago di Garda fino ai confini con la provincia di Vicenza, per la parte collinare e montana a nord della città. Le domande di aiuto potranno essere presentate entro 60 giorni dalla pubblicazione, quindi entro il prossimo 31 luglio. La cifra a disposizione complessiva è di un milione e 304mila euro di contributo pubblico a fondo perduto che verrà destinato al territorio attraverso i sei bandi che offrono diverse opportunità per le imprese del territorio. AZIENDE AGRICOLE MA NON SOLO Il bando 6.4.1 «Creazione e sviluppo della diversificazione delle imprese agricole», finanzia la diversificazione in attività di tipo turistico, ad esempio ospitalità agrituristica, turismo rurale, fattorie didattiche, oltre che in attività di fattoria sociale, servizi ambientali, produzione e vendita di energia. TURISMO RURALE Il bando 6.4.2 «Creazione e sviluppo di attività extra agricole nelle aree rurali», finanzia creazione e sviluppo di microimprese, in particolare di tipo turistico, come ad esempio rifugi di montagna, ostelli, affittacamere, commercio al dettaglio, ristorazione e bar, noleggio di attrezzature sportive, attività delle guide e degli accompagnatori turistici, scuole di equitazione, con spese ammissibili per la ristrutturazione di beni immobili, l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature, la realizzazione di siti internet, l’acquisizione di brevetti e licenze. IMPRESE Per le imprese c’è infine il bando 16.4.1 «Cooperazione per lo sviluppo delle filiere corte», che finanzia la costituzione di gruppi di cooperazione tra imprese del territorio per lo sviluppo di filiere corte, cioè quelle filiere che prevedono al massimo un solo passaggio tra produttore e consumatore. Vengono sostenuti i costi di realizzazione e promozione della rete tra le imprese. FORMAZIONE Particolare attenzione è posta alla formazione, il bando 1.1.1 «Azioni di formazione professionale e acquisizione di competenze», finanzia la realizzazione di corsi di formazione, collettivi e individuali, rivolti a imprenditori agricoli, da parte di enti di formazione accreditati. In particolare i corsi potranno riguardare la gestione aziendale, la diversificazione delle attività agricole, l’ e-commerce, i regimi di qualità, la certificazione per il biologico, la salvaguardia della biodiversità e la valorizzazione del paesaggio. In maniera analoga, il bando 1.2.1 «Azioni di informazione e dimostrazione», finanzia la realizzazione di iniziative informative rivolte agli altri operatori economici (in particolare del settore turistico), da parte di enti di formazione accreditati. RECUPERO DEL PATRIMONIO Infine il bando 7.6.1 «Recupero e riqualificazione del patrimonio architettonico dei villaggi e del paesaggio rurale» finanzia interventi di recupero di immobili ed elementi del paesaggio rurale di pregio storico-architettonico come bene economico da tutelare. Le percentuali di aiuto sono diverse a seconda del bando e della tipologia di intervento, e vanno dal 35 al 100 per cento. Il Gal Baldo Lessinia organizza nel mese di giugno una serie di incontri pubblici sul territorio, per illustrare i dettagli dei bandi e le modalità di partecipazione. Aggiornamenti sono disponibili sulla pagina Facebook «Gal Baldo-Lessinia» oppure sul sito www.baldolessinia.it o telefonando al numero 045.678 0048. •

Primo Piano
Esercitazione a Caluri (foto Pecora)
 
 
Esercitazione dell'aeronautica militare

Attacco chimico
A Caluri si simula
l'emergenza

Condividi la Notizia
 
Un anno e opzione per il successivo

Firmato l'accordo
Andrea Amato
resta a Verona

Condividi la Notizia