Est
Vai a
Vai a

Festa dei cimbri
Si parla la lingua
degli antenati

09.09.2017

Festa dei cimbri a Giazza domani, promossa dall’associazione De Tzimbar un Ljetzan e dal Comune di Selva di Progno. Lo scopo è, come dice il presidente Livio Dal Bosco di «hàltan-au lentak usar altaz tauciaz gareida», «mantenere viva la nostra antica parlata cimbra».

La festa è momento di incontro annuale fra i parlanti cimbro e le persone che sono interessate alla loro storia e cultura. È occasione di far incontrare i residenti di Giazza con quanti sono emigrati da anni lontano dal paese, ma ne hanno conservato il ricordo, la nostalgia e in qualche caso anche la lingua.

Si comincerà con la messa delle 9.30 in cui saranno recitate alcune preghiere in cimbro ed eseguiti canti del coro cimbro di Giazza.

Due escursioni particolari, chiamate Ljetzanzait, caratterizzeranno la festa. Si partirà alle 10.30 dal piazzale dell’Albergo Belvedere, con replica nel pomeriggio alle 15. Accompagnatori culturali ambientali di VeronAutoctona guideranno gli escursionisti attraverso alcune contrade del paese e durante il percorso medio facile, della durata di circa due ore e mezza (da affrontare con abbigliamento adeguato e scarpe da trekking), ci saranno sei tappe in cui attori amatoriali, corsisti del corso di cimbro e parlanti madrelingua, racconteranno aspetti della storia dei cimbri attraverso fatti ed aneddoti riferiti al territorio, alle sue tradizioni e a personaggi legati alla storia di Giazza.

Alle 13 è previsto il pranzo comunitario all’agriturismo Dal Bosco Eibaner Lino di contrada Ercoli, su prenotazione (045.7847074), occasione anche per il resoconto delle attività annuali dell’associazione e l’iscrizione all’associazione o il rinnovo (il costo della tessera è di 5 euro).

La conclusione è programmata per le 16 con il grande gioco dell’oca in cimbro sul piazzale accanto alla chiesa. Per tutta la giornata, saranno aperti i banchetti del mercatino del libro e dell’artigianato in piazza e nelle vie del paese. In caso di cattivo tempo la festa si terrà lo stesso. Soltanto l’escursione sarà rinviata al 15 ottobre.V.Z.

Condividi la notizia